L’uso prolungato dei cellulari non favorisce i tumori, ma non si sa per i bambini

L’uso prolungato dei telefoni cellulari, su un arco di 10 anni, non è associato all’incremento del rischio di tumori maligni (glioma) o benigni (meningioma, neuroma acustico, tumori delle ghiandole salivari).

È quanto emerge dal Rapporto Istisan “Esposizione a radiofrequenze e tumori”, curato da Istituto superiore di sanità, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea.

Mancano dati sufficienti sull’infanzia

I dati attuali, tuttavia, “non consentono valutazioni accurate del rischio dei tumori intracranici e mancano dati sugli effetti a lungo termine dell’uso del cellulare iniziato durante l’infanzia”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto