XM24 di Bologna: dopo lo sgombero trovato l’accordo col Comune entro novembre

Il Comune di Bologna si è impegnato a trovare una nuova sede al collettivo “Xm24” entro il prossimo 15 novembre.

È questo l’esito dell’incontro in Questura a Bologna tra l’assessore alla cultura Matteo Lepore e alcuni esponenti del centro sociale sgomberato ieri mattina.

L’incontro che è durato più di due ore.

Nel verbale, siglato dall’assessore Lepore e dalla delegazione di Xm24, si “riconosce l’importanza della progettualità politica, sociale e culturale dello spazio pubblico Xm24” e “ci si impegna a trovare una nuova sede adeguata in cui far ripartire le attività dello spazio quanto prima e non oltre il 15 novembre 2019, a partire dalla valutazione degli immobili precedentemente proposti da Xm24 in data 1 agosto”.

Cadenza quindicinale

I prossimi incontri si svolgeranno in Comune a cadenza quindicinale.

“Alla ruspa preferisco la barca sulla quale dopo questa firma siamo saliti tutti assieme”, ha detto Lepore, in polemica con Salvini che aveva esultato in mattinata per la decisione presa dal Comune.

Subito dopo l’accordo gli attivisti che erano saliti sul tetto per evitare lo sgombero sono scesi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto