La Corea del Nord si fa un suo fuso orario, orologi indietro di mezz’ora dal 15 agosto

Incredibile, tra tante tensioni che già la coinvolgono, ora c’è anche la sfida del fuso orario.

La Corea del Nord ha annunciato, infatti, di voler stabilire un proprio fuso orario, portando gli orologi, a partire dalla prossima settimana, indietro di 30 minuti.  L’ora locale nel Nord e Sud della Corea è stata la stessa, quella di Tokyo, fin dal dominio giapponese sulla Corea allora unita, tra il 1910 e il 1945.

L’agenzia ufficiale nordcoreana ha spiegato che l’istituzione dell’ “ora di Pyongyang” servirà a sradicare proprio la memoria di quel passato coloniale.

Il nuovo sistema entrerà in vigore il prossimo 15 agosto, giorno del 70° anniversario della liberazione della Corea dal Giappone, alla fine della seconda Guerra mondiale.

Critica la Corea del Sud: “Solo disagi”

La Corea del Sud ha criticato ll’annuncio del Nord di volersi dotare a breve di un proprio fuso orario, con 30 minuti indietro rispetto a Seul.

“È probabile che possa provocare disagi a quelle persone che vanno avanti e indietro alla zona industriale di Kaesong (il parco industriale a sviluppo congiunto, ndr)” – ha detto Jeong Joon-hee, portavoce del ministero dell’Unificazione -. A lungo termine, causerà problemi all’integrazione tra le due Coree”.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto