Arriva la pioggia al Nord, una pausa nel caldo torrido

Meteo: importanti novità tra il weekend e la prossima settimana.

Scendono le temperature dopo i giorni di grande afa che ha colpito l’Italia e la colonnina di mercurio si abbassa anche sotto le medie stagionali a causa di una perturbazione che attraversera’ l’Italia di Nord a Sud e che causerà piogge a partire da domenica.

 

Oggi il tempo peggiora al Nord

 

Le previsioni Meteo Expert parlano per domenica di un parziale peggioramento del tempo che coinvolgerà prevalentemente le regioni settentrionali: l’avvicinarsi di una perturbazione atlantica infatti causerà un aumento della nuvolosità in gran parte del Nord, con rovesci e temporali che però si concentreranno più che altro su Alpi e Venezie; al Centro-Sud invece sarà un’altra giornata soleggiata e molto calda.

 

Correnti più fresche la prossima settimana

In ogni caso questo primo peggioramento al Nord sarà il segnale di quel cambiamento della situazione meteo che caratterizzerà la prossima settimana, quando correnti relativamente più fresche e instabili si propagheranno su gran parte del Paese, portando numerosi temporali, prima al Centro-Nord, e poi nella parte centrale della settimana anche al Sud.

 

Un calo termico spazza via il caldo torrido

L’aumento dell’instabilità sarà associato a un generale calo termico che spazzerà via il caldo di questi giorni. La diminuzione delle temperature sarà graduale, ma anche diffusa e importante: le temperature a metà settimana potrebbero anche far registrare valori al di sotto delle medie, specie sul versante adriatico della Penisola.
Domenica 7 luglio sarà una giornata tra sole e nuvole al Nord, con rovesci e temporali già dal mattino sulle Alpi Orientali, in estensione nel pomeriggio anche a resto del Triveneto, Lombardia Orientale ed Emilia Occidentale. Bel tempo invece al Centro-Sud e Isole, con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso.

 

Un ribaltone meteo

Secondo ilmeteo.it ci aspettano, come mostra il grafico qui in basso, un capovolgimento delle condizioni meteo su alcune regioni dell’Italia con unatregua del caldo africano e l’arrivo improvviso di temproali, grandine e forti raffiche di vento. Scopriamo subito dovepotrebbero colpire i fenomeni più intensi.

Scopriamo subito dove potrebbero colpire i fenomeni più intensi.

Come possiamo vedere dagli ultimissimi aggiornamenti ufficiali una profonda e fredda bassa pressione presente sulla Scandinava comincerà a scendere di latitudine già dalla giornata di Lunedì 8 Luglio.

L’aria instabile giungerà ssull’Italia nel corso di Martedì 9 luglio, provocando un deciso peggioramento delle condizioni meteo specie al Centro-Nord.

Bisognerà stare attenti perché c’è il rischio concreto di grandine e forti colpi di vento.

Al momento i settori maggiormente a rischio sono quelli dell’arco alpino e delle pianure di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. In maniera più localizzata anche le aree interne del Centro.

 

La fiammata africana

Nuova fiammata africana nel weekend, picchi vicino ai 40 gradi, con qualche temporale al Nord e Appennino. Ma la prossima settimana si cambia con numerosi temporali e una frenata del grande caldo, specie al Centro-nord.

 

Nuovo sussulto dell’anticiclone

A fornire il quadro del meteo nei prossimi giorni è Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com: “Nei prossimi giorni l’anticiclone africano avrà un nuovo sussulto con una seconda ondata di calore diretta verso l’Italia. Non sarà intensa e duratura come quella di fine giugno, almeno al Centro-nord, tuttavia sarà comunque significativa. Entro il weekend si potranno infatti raggiungere punte di 38-40 gradi sulle aree interne del Sud, fino a 36-38 gradi su quelle del Centro, 33-35 gradi al Nord con picchi anche superiori sull’Emilia Romagna.

 

Afa alle stelle

 

Qualche grado in meno lungo le coste ma con afa alle stelle, stante la maggiore presenza di umidità”. Senza escludere qualche improvviso temporale di calore pomeridiano su Alpi, Appennino, sporadicamente anche su Prealpi e pianure prospicienti del Nord.

Domenica qualche temporale al Nord

“Maggiore attenzione – sottolinea Ferrara – a domenica, quando qualche temporale in più tenderà ad interessare le regioni settentrionali ed in particolare quelle di Nordest, con fenomeni anche di una certa intensità entro fine giornata. Sarà il preludio ad un deterioramento più marcato delle condizioni meteo atteso nei giorni successivi”.

Nella prossima settimana correnti più fresche

“Appare infatti confermato – prosegue l’esperto – un importante cambiamento del tempo nella prossima settimana: l’anticiclone africano si ritirerà almeno parzialmente nelle proprie terre di origine, sotto la spinta di correnti più fresche e instabili in arrivo dal Nord Europa. Avremo così un tempo decisamente più dinamico con temporali a tratti talora forti dapprima al Nord, poi anche al Centro e infine, anche se più occasionalmente, al Sud. Saranno possibili nubifragi e locali grandinate”. Ma, mette in guardia l’esperto di 3bmeteo.com, questo non significa che pioverà ovunque 24 ore su 24. “Non mancheranno infatti delle belle parentesi assolate, solo che dovremo mettere in conto qualche temporale in più”, dice Ferrara che parla di “un calo termico anche apprezzabile soprattutto al Centronord, anche oltre 6-8 gradi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto