Cinque diciassettenni 8 giorni al mare a Taranto, la bellezza della libertà

Cosa succede quando cinque amiche diciassettenni partono per otto giorni di mare tarantino tutte insieme?

Molti potrebbero immaginare serate in discoteca tutte le sere, avventure fino a tarda notte stile film americano e cose del genere. Ecco, no. Dico solo che abbiamo passato le ultime tre sere a giocare a Machiavelli, neanche fossimo alla bocciofila del paese e a fare chiacchiere e dibattiti sugli argomenti più svariati.

Dalla ceretta (cosa ne pensate di quella alle ascelle?), a come abbronzarsi meglio, a quali siano gli ingredienti più adatti per l’insalata di riso.
Ci divertiamo come matte, tre di noi erano già state qui le ultime due estati, ma con i ragazzi del nostro gruppo di amici e la differenza è abissale. Non saprei dire quale delle due tipologie di vacanza io preferisca.

Quest’anno siamo indubbiamente più rilassate, c’è un po’, anzi, parecchio di più da aspettare la mattina per andare in bagno, ma nessuno ti butta giù dal materassino dopo due minuti che stai tentando invano di prendere il sole.
L’altro giorno abbiamo fatto una gita di un giorno in barca a vela con uno skipper che ci ha portato un po’ in giro e ogni due per tre venivamo ingaggiate come fotografe per gli scatti delle altre da postare su Instagram.

La cosa divertente è che, da brave donne, al centesimo scatto i commenti erano ancora “no questa no, guarda che pancia!”, “ma ti sembra? In questa ho un occhio mezzo chiuso?!”.

Quando in realtà erano, molto probabilmente, una identica all’altra e una più bella dell’altra. Quantomeno siamo bilanciate, ci scherziamo su e non ci prendiamo troppo sul serio.

Quando, per esempio, l’altra sera una di noi ha passato qualcosa come un’ora ad ascoltare canzoni su Spotify cercando “la citazione adatta per una sua foto in spiaggia” i nostri suggerimenti sono stati frasi improponibili e assolutamente fuori luogo come “Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”.
La sera c’è poi il momento telefonate, ma non ai genitori, bensì ai fidanzati mentre quelle di noi non fidanzate origliano e gossippano (verbo probabilmente non esistente sul dizionario, ma dettagli).
Insomma ci divertiamo, ci rilassiamo e ci abbronziamo. Cosa che, da persona bionda con gli occhi azzurri e perennemente pallida, é una completa novità. Mi sto gasando ogni giorno di più, quando appena sveglia la mattina vedo il segno del costume faccio il giro di tutte le mie amiche per farglielo vedere, neanche fossi una bimba con un gioco nuovo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto