Scoppia una bombola, morte 3 donne a Lavello (Potenza)

Tre persone sono morte e altre tre sono rimaste ferite nel crollo di un solaio in una palazzina, a Lavello (Potenza), per lo scoppio di una bombola di gas.

Sul posto sono accorse squadre dei Vigili del fuoco e ambulanze. Delle tre vittime, due facevano parte della stessa famiglia. Sono Raffaella Triggiani, di 94 anni; la figlia, Pinuccia Finiguerra, di 67 anni; e una donna romena di 31 anni, Alina Costea, che faceva la badante della signora più anziana.

Lo scoppio è avvenuto nella casa della badante

Secondo i primi accertamenti dei Vigili del Fuoco, lo scoppio é avvenuto proprio nell’abitazione di Costea, un seminterrato in via Machiavelli, una zona vicina al centro storico di Lavello. La forte deflagrazione ha provocato il crollo di un solaio della casa occupata da Raffaella Triggiani e dalla figlia. Le tre donne coinvolte nell’esplosione sono morte all’istante. Costea era arrivata a Lavello soltanto una decina di giorni fa con l’intenzione di trovare un posto da badante. E aveva trovato occupazione proprio nel seguire la signora Triggiani.

a-ambulanzadue

I feriti tra cui un bambino all’ospedale di Melfi (Potenza)

Per quanto riguarda i tre feriti sono stati trasportati nell’ospedale di Melfi (Potenza) dalle ambulanze del 118: uno di loro è un bambino. Ma per loro si tratta solo di ferite lievi.

a-ambulanzatre

L’edificio in cui è avvenuta l’esplosione è nel rione “Giardino”, a ridosso del centro antico di Lavello.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto