Meteo weekend: punte di 30 gradi, poi arriva al Nord un brusco crollo di 10 gradi

L’estate meteorologica non è certo iniziata nel migliore dei modi: un’alta pressione ormai demoralizzata si è vista costretta a spostare il centro motore in pieno Atlantico sotto l’incalzare di un dispettoso vortice ricolmo di temporali e responsabile di un rapido e deciso peggioramento del tempo che ha già colpito nelle ultime diversi angoli d’Italia, ma che pare abbia tutte le intenzioni di rovinare anche parte del weekend. Andiamo con ordine e cerchiamo di capire cosa ci riservano le previsioni per sabato 6 e domenica 7 giugno.

Dopo un venerdì caratterizzato da un progressivo miglioramento (quanto meno al Nord), la giornata di sabato confermerà il temporaneo ritorno a un tempo un pochino più stabile quasi ovunque. Faranno tuttavia eccezione i comparti alpini e prealpini dove, soprattutto nella seconda parte del giorno, potranno verificarsi numerosi rovesci temporaleschi, capaci talvolta di spingersi fino ai settori pianeggianti del Nord-Est, in particolare verso quelli del Friuli Venezia Giulia e del Veneto.

Temporali domenica

Domenica registreremo invece una maggiore incidenza temporalesca: sotto stretta osservazione saranno ancora una volta le Alpi e le Prealpi, specialmente i rilievi lombardi e del Trentino Alto Adige dove i temporali saranno accompagnati anche da locali grandinate. Tuttavia, a differenza del sabato, nubi, piogge e temporali interesseranno in maniera più diffusa anche molti settori della Val Padana e, a scendere, i comparti settentrionali della Toscana. Sul resto d’Italia non ci saranno particolari scossoni, con un discreto soleggiamento sul Centro e al Sud. Qualche piovasco, verso sera, potrà temporaneamente interessare le aree meridionali della Sardegna.

 

Temperature impazzite

Un altro aspetto saliente di questo weekend riguarda le temperature impazzite: i valori termici saranno infatti fortemente influenzati dai capricci atmosferici.

Sabato 6 giugno avremo una sorta di escalation del caldo con termometri di nuovo prossimi ai27/28°C al Centro-Nord e fino ad oltre 30°C su alcuni tratti del Sud.

 

Domenica anche 10 gradi in meno

Domenica, invece, le regioni settentrionali accuseranno un brusco scivolone climatico, perdendo anche 8/10°C rispetto alle precedenti 24 ore, proprio a causa dell’atteso peggioramento delle condizioni del tempo. Ancora valori praticamente estivi invece sul resto del Paese.

 

 

Le previsioni precedenti

Fino al weekend il tempo non migliorerà. Anzi, subirà un deciso e più importante peggioramento proprio venerdì, quando un ciclone di origine polare raggiungerà l’Italia.

La perturbazione, secondo ilmeteo.it, sarà alimentata da aria più fresca e sospinta da venti impetuosi di Scirocco che soffieranno fino a 80 chilometri orari. Piogge e temporali colpiranno dapprima tutte le regioni settentrionali, risultano forti su Alpi, Prealpi, Liguria e Triveneto, poi raggiungeranno la Toscana e dalle prime ore di venerdì anche Lazio, Umbria, Campania e il resto del Sud.

Possibili nubifragi su molte regioni

Nella giornata di venerdì le precipitazioni potranno assumere carattere di nubifragio su molte regioni. Lo Scirocco potrebbe far tornare l’acqua alta a Venezia (stimati 100-105 cm di marea nella serata di giovedì)

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto