Palermo, tonno avariato: salgono a 9 gli intossicati, grave una tredicenne

Ancora un caso di intossicazione da tonno rosso a Palermo dopo gli 8 dei giorni scorsi: in particolare una madre e una figlia restano ancora gravi. Stavolta una ragazzina di 13 anni è stata portata all’ospedale di Cristina in serie condizioni per aver mangiato pesce andato a male. Salgono quindi a nove i casi di intossicazione da Tonno rosso negli ultimi giorni.

 

Sul caso indaga la polizia, mentre i carabinieri del Nas (Nucleo anti sofisticazione) dei carabinieri hanno sequestrato tonno rosso in vendita sulla bancarella di un ambulante tra via Imperatrice Costanza e via dei Cipressi. L’intervento è stato eseguito con i veterinari dell’Asp di Palermo che hanno giudicato il pesce non commestibile.

Palermo: in 8 all’ospedale a causa di tonno rosso avariato, gravi madre e figlia, le notizie del 5 giugno 2018

Mangiano tonno rosso avariato e si sentono male. Otto persone sono rimaste intossicate a Palermo. Prima in 6 si sono presentati al pronto soccorso dell’ospedale Cervello accusando malori tipici da intossicazione dopo aver ingerito l’alimento acquistato a Isola delle Femmine. Dopo gli accertamenti sono stati dimessi, ad eccezione di un uomo che è stato ricoverato a causa di complicanze cardiache.

Sequestri nei giorni scorsi a Catania

Altri 2 casi si sono registrati al Civico. Qui una donna di 62 anni e la figlia 32 sono arrivate intorno all’una di notte, accusando nausea e dolori. Anche loro hanno riferito ai sanitari di aver ingerito del tonno e al momento versano in gravi condizioni. Le donne avevano acquistato il tonno da un ambulante in piazza Torrelunga. Inoltre, nei giorni scorsi, i carabinieri del Nas che avevano sequestrato 6 tonnellate di tonno rosso a Catania.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto