Ragusa: violenze ripetute su una migrante di 16 anni, arrestato bidello di 53

Ha violentato ripetutamente una migrante di 16 anni nella scuola in cui lui lavora. Per questo un bidello di 53 anni è stato fermato dalla polizia di Ragusa con l’accusa di aver abusato della ragazzina, sbarcata alcuni mesi fa in Sicilia. Per irretirla, l’uomo le avrebbe offerto gomme da masticare e piccole somme di denaro facendole credere che l’avrebbe sposata.

aaaprocuraragusa

L’indagine partita da un’educatrice

A far partire le indagini la segnalazione di un’educatrice del centro per minorenni che segue la ragazza dopo che aveva iniziato a rifiutarsi di andare a scuola. Seguita da personale specializzato, l’adolescente ha raccontato delle violenze, delle pressioni psicologiche subite e delle violenze.

L’arresto mentre tentava un nuovo abuso

Sono state anche disposte intercettazioni che hanno confermato la versione della giovane e l’arresto è scattato quando l’ha trascinata in una zona poco frequentata, le ha tappato la bocca e ha cercato di spogliarla mentre lei cercava di scappare. Le procure di Ragusa e Catania hanno chiesto e ottenuto dal gip la convalida dell’arresto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto