Ritrovati a Salerno la mamma e il bambino “rapito” in ospedale

È stata trovata Marta Wozniel, la donna di 33 anni, di origine polacca, che nella serata di giovedì ha rapito il figlio dal Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale di Salerno, temendo forse che il Tribunale per i Minorenni glielo portasse via, avendo partorito in stato di ubriachezza.

La donna – residente a Giffoni Valle Piana e arrestata alcuni anni fa per spaccio di stupefacenti – è stata ritrovata a casa del fratello a Salerno. Il bimbo sta bene e tornerà subito in ospedale.

 

 

La scomparsa del piccolo dall’ospedale: le notizie del 5 maggio

Sono in corso a Salerno le ricerche di una donna, probabilmente di origine polacca, che nella serata di ieri ha prelevato e portato via con sé il figlio di circa un mese dall’ospedale Ruggi di Aragona di Salerno.

Il neonato non le era stato ancora affidato per disposizione del tribunale. La donna – come ogni giorno – si recava in ospedale per la consueta poppata. Dalle immagini riprese dalle telecamere, la si vede allontanarsi a piedi in compagnia di un uomo con un porta-bambini in direzione della metropolitana.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto