Si sbloccano i concorsi pubblici, in arrivo più di 125.000 posti

Concorsi pubblici, si riparte. Il governo ha dato il via libera sia a quelli già banditi e poi bloccati, e a quelli sospesi prima ancora di cominciare. Si sbloccano così 125 mila posti di lavoro in diversi settori, dalla Scuola alla Giustizia, dall’Inps ai ministeri. L’ultimo Decreto Covid ha definito le nuove regole per le selezioni, recependo il nuovo protocollo elaborato dal Comitato tecnico scientifico con le misure anticontagio.

Concorsi in regione, tamponi e Ffp2
Secondo le nuove regole i concorsi dovranno svolgersi su base regionale e provinciale. I candidati potranno accedere alle sedi d’esame solo presentando il referto di un tampone con esito negativo effettuato 48 ore prima e indossando mascherine Ffp2. Le stesse regole valgono per i vaccinati.
I locali usati per le selezioni dovranno inoltre consentire che ogni candidato abbia a disposizione 4,5 metri quadrati, con una distanza minima di almeno 2,25 metri dagli altri.
Le prove non dureranno più di un’ora, ad eccezione di alcuni concorsi tra cui quelli per magistrati, professori universitari, personale del comparto sicurezza. Per facilitare la diffusione e l’adeguamento delle procedure concorsuali da parte delle amministrazioni che intendono bandire i concorsi secondo le nuove modalità semplificate, verrà istituito un presidio informativo presso il Formez.

Scuola
Alla scuola andranno circa 93 mila posti assegnati tramite otto grandi concorsi, di cui uno già in corso, che ne vale 32 mila. Per altri due sono stati pubblicati i bandi, per un totale di 46 mila posti tra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, altri cinque bandi sono in attesa di prossima pubblicazione, e porteranno a 6 mila nuovi assunti nel sostegno, più altri 9 mila.

Giustizia
Nel settore Giustizia si apriranno altre 9.300 posizioni, che saranno assegnate attraverso venti i grandi concorsi. Di queste, 2.700 sono riservate a cancellieri esperti. Dei restanti 6.600, 310 posti riguardano la magistratura.

Salute e Ricerca
Riaprono i bandi anche al ministero della Salute. Uno riguarderà l’assunzione di 9.600 infermieri di famiglia, previsti dal decreto Rilancio. Altri 600 posti sono destinati agli assistenti sociali, mentre 57 sono previsti per funzionari.
Quanto all’Università, sono in arrivo 3.331 posti da ricercatore con un bando di prossima pubblicazione e altri 118 posti per funzionari e tecnologi del Cnr.

Agenzia delle Entrate e ministeri
Si aprono 3.082 posizioni da funzionario all’Agenzia delle Entrate. Da segnalare, inoltre, il concorso della Corte dei Conti (40 posti per personale amministrativo), Inps (due concorsi da 165 posti), ministero dell’Economia, e Ministero delle Politiche agricole (5 concorsi per complessivi 140 posti).

Authors
Alto