“Campagna degradante”: Yves Saint Laurent ritira le foto delle modelle “sottomesse”

Bufera contro Yves Saint Laurent costretta a ritirare una pubblicità considerata degradante. In Francia ha ottenuto il suo effetto la mobilitazione social al motto dell’hashtag #YSLRetireTaPubDegradante. Oggetto della polemica la campagna autunno-inverno 2017 in cui si vede una silhouette femminile dalle curve decisamente scarne – tanto da richiamare corpi anoressici -, in tacchi a spillo, piegata, la testa appoggiata a uno sgabello e le braccia pendenti.

La carica del web

I manifesti, affissi per le vie di Parigi, hanno visto la comparsa anche un’altra immagine. È quella della top model Fernanda Oliveira appare invece seduta a terra con le gambe divaricate. Scattate dai fotografi Inez e Vinoodh, hanno scatenato le ire del web partito alla carica definendo la campagna anche come “umiliante”, “inaccettabile” e “vergognosa”.

Il precedente del 2006

Dal canto suo, la griffe parigina non ha commentato la vicenda, preferendo ritirare le immagini, contestate non per la prima vola. Era già accaduto nel 2015 per via di modelle di nuovo magrissime.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto