Escherichia coli: scoperto un nuovo ceppo resistente agli antibiotici

Scoperto un nuovo ceppo del batterio escherichia coli, che dà origine e un’ampia gamma di infezioni, resistente agli antibiotici. A farlo è stato un team di ricercatori cinesi che ha identificato un gene, chiamato Mcr-1, immune alla colistina, antibiotico scoperto nel 1949 e ancora diffuso nonostante la verificata tossicità renale.

Già osservato speciale dal sistema europeo di sorveglianza

L’escherichia coli, che può dare origine a patologie intestinali, urinarie, polmonari e che può causare setticemia, peritonite e meningite, da tempo è tra gli osservati speciali del Sistema europeo di sorveglianza dell’antibiotico-resistenza (Earss). Insieme a questo, ci sono streptococcus pneumoniae, staphylococcus aureus, enterococcus faecalis, enterococcus faecium, escherichia coli, llebisiella pneumonia e pseudomonas aeruginosa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto