Cartelle rottamate, il fisco “perdona” chi non ha pagato: domani la scadenza

L’Agenzia delle Entrate lo ha comunicato con una nota: chi ha aderito alla rottamazione “bis” delle cartelle esattoriali, ma non è riuscito a pagare le rate scadute a luglio e settembre, può recuperare entro domani, venerdì 7 dicembre. Stesso termine per gli importi che erano in scadenza lo scorso 31 ottobre. Per procedere con i pagamenti, vanno utilizzati i bollettini delle rate scadute.

Le date sulla rottamazione “ter”

Senza che a carico del contribuente ci siano ulteriori adempimenti, poi, chi aderisce alla rottamazione “ter”, l’Agenzia delle Entrate invierà entro il 30 giugno 2019 una nuova “comunicazione” con gli importi residui da pagare. Le somme saranno ripartite in 10 rate da pagare entro 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno, a partire dal 2019. Gli interessi a decorrere dal 1° agosto 2019 saranno dello 0,3%.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto