Broni: diciottenne accoltella la madre di 43 anni e si taglia la gola, è gravissimo

Ha accoltellato la mamma, poi ha rivolto la stessa arma contro se stesso. È l’esito di una lite in famiglia che ha visto protagonista un ragazzo di 18 anni che, la scorsa notte, ha tentato di uccidere la madre di 43 anni nel loro appartamento in via Togni a Broni, comune in provincia di Pavia. Il giovane, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, è ricoverato in pericolo di vita nel reparto di rianimazione di Pavia. Meno grave la donna, rimasta cosciente, ricoverata nello stesso ospedale in prognosi riservata.

Ferita al petto e alla spalle

Dai primi accertamenti dei militari della locale stazione e del nucleo radiomobile della compagnia di Stradella, il giovane avrebbe accoltellato la madre con un coltello a serramanico, fendendo un colpo frontale tra il petto e la spalla. Subito dopo, il ragazzo si sarebbe chiuso nella sua stanza ferendosi più volte all’altezza del collo: il fendente più profondo gli ha provocato un’emorragia e gli ha fatto perdere coscienza.

L’allarme del figlio maggiore

Presente in casa anche il figlio di 20 anni della donna che ha tentato di soccorre la madre e il fratello e ha chiesto subito l’intervento del 118. Il coltello utilizzato per il tentato omicidio è stato sequestrato. Le indagini per ricostruire l’esatta dinamica degli eventi e il movente sono ancora in corso.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto