“Entra solo chi voglio io”: fanno indignare le allusioni della Security di Pesaro

Ancora sessismo in pubblicità. Stavolta l’azienda “colpevole” è la Uccellini Security che promuove sistemi antintrusione, videosorveglianza e controllo degli accessi. E poi c’è quella frase: “Entra solo chi voglio io” sotto cui compare un paio di gambe femminili e una mano che copre le parti intime perché la modella è senza slip. E la rete si scatena.

“C’è un taxi che la porta in giro per la città di Pesaro”

L’immagine, che ha iniziato a circolare prima sui social network, è diventata oggetto di una petizione indirizzata al Comune di Pesaro (dov’è comparso il cartellone pubblicitario) perché “è lesiva della dignità della donna. Inoltre è inopportuna, visto che non è indirizzata solo a un target, ma aperta e disponibile a tutti, compresi i bambini. C’è un taxi che la porta in giro per la città di Pesaro, mentre cartelloni campeggiano nelle aree più affollate”.

La richiesta è di falsa sparire

A lanciare la petizione è stata Edda Bassi, che vive poco lontano da Pesaro, a Sant’Angelo in Lizzola. E al momento l’obiettivo delle 5.000 firme è stato quasi raggiunto dato che sono stati in più di 4.700 a condividere le istanze di Edda Bassi, che ha scritto: “Invito soprattutto l’assessore alle pari Opportunità a riflettere sull’effetto che il messaggio può avere a livello psicologico sulle donne vittime di violenza, quelle che una scelta non l’hanno avuta. Per questo richiediamo l’immediata rimozione e un futuro controllo sulle immagini proposte, al fine di evitare casi di simile gravità”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto