Cancro al seno: 10 anni di terapia ormonale riduce il rischio del 34%

Dieci anni di terapia ormonale riducono il rischio di cancro al seno del 34%. Lo sostiene uno studio del Canadian cancer trials group presentato al Congresso della società americana di oncologia clinica Asco in corso a Chicago. Lo studio, di fase III, ha evidenziato che le donne in post-menopausa con cancro al seno traggono beneficio dall’estendere la terapia ormonale da 5 a 10 anni.

aaaagoss

“Valido per recidive e nuovi casi”

“Le donne con cancro al seno di tipo Er positivo in fase iniziale vanno incontro a un rischio indefinito di ricaduta”, sottolinea il primo autore della ricerca, Paul Goss, professore all’Harvard medical school (nella foto sopra con il suo staff). “Questo studio dà invece un’indicazione precisa, confermando che il prolungamento della terapia ormonale può ridurre ulteriormente il rischio di ricorrenza del cancro. Inoltre una terapia ormonale più lunga ha anche dimostrato un effetto preventivo contro il tumore alla mammella”.

aaaaterapia2

Lo studio ha riguardato 1918 donne

Lo studio ha considerato un campione di 1918 donne in post-menopausa e già trattate per 5 anni con terapia ormonale: a 5 anni di follow up, il 95% delle donne che hanno continuato a essere trattate con terapia ormonale e il 91% di quelle trattate con placebo erano libere da cancro al seno. Si tratta, affermano gli oncologi americani, di indicazioni fondamentali, considerando che nel 2012 erano oltre 6 milioni le donne nel mondo sopravvissute almeno 5 anni dopo la diagnosi di tumore al seno.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto