Iata: “Sì alle mascherine in aereo, ma no a passeggeri distanziati”

La Iata (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo), ha ufficializzato la sua posizione rispetto alle restrizioni che si vorrebbero imporre a bordi degli aerei dichiarando a favore della obbligatorietà delle mascherine, sia per passeggeri che personale di cabina. Ma si è detto assolutamente contraria a misure di distanziamento che dimezzerebbero di fatto la disponibilità dei posti sugli aeromobili.

“Costi su fino al 54%”

Secondo la Iata, l’igienizzazione degli aeromobili, a bordo dei quali si accede solo dopo rigidi controlli aeroportuali, rende sufficiente l’obbligo delle sole mascherine a prevenire il rischio di contagio da Covid-19. Iata inoltre fa sapere che, qualora si lasciasse vuota la metà dei posti, i costi lieviterebbero tra il 43% e il 54%.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto