Maltempo: evacuate 200 persone a Sarno, allerta arancione in Liguria

Tornano a peggiorare le condizioni del tempo e si ripresenta l’allerta arancione sulla Liguria, in particolare sulla riviera di Levante. Situazione critica anche in Campagna: a Napoli oggi, martedì 5 novembre, le scuole non hanno aperto. Ancora peggio a Sarno, dove il sindaco ha disposto in via precauzionale l’evacuazione di 200 persone. Il team del sito IlMeteo.it oggi, martedì 5 novembre, tornano piogge e qualche temporale, in particolare sui comparti centro-orientali del Nord, ancora una volta sulla fascia centrale e settentrionale tirrenica e sulla Sardegna. Forti piogge saranno possibili soprattutto in Toscana, Umbria, Lazio e fino alla Campania.

Va meglio al Sud

Andrà meglio sul resto del Sud e sulla fascia adriatica centro meridionale, nello specifico dalle Marche fino alla Puglia. Su questi settori avremo anche un tipo di clima più mite rispetto al resto del Paese; mercoledì 6 il peggioramento si estenderà anche al Sud. Infine attenzione in vista del fine settimana: da venerdì 8 una nuova perturbazione minaccerà l’Italia.

Neve sotto i 900 metri

Tornerà infatti il maltempo sulle regioni settentrionali in particolare sul comparto centro-orientale. È atteso, tra le altre cose, l’arrivo della neve in montagna, a causa della presenza di aria più fredda. Nevicate, anche copiose, saranno possibili sui rilievi alpini fino a quote inferiori ai 900 metri o localmente più in basso sull’area delle Dolomiti.

Il maltempo verso il Centro-Sud, ma è ancora allerta su Liguria ed Emilia Ovest, le notizie del 4 novembre 2019

La profonda area depressionaria di origine atlantica presente sull’Italia continua a determinare condizioni di spiccata instabilità con fenomeni significativi in estensione alle Regioni centro-meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

Le zone più a rischio

L’avviso prevede venti forti o di burrasca sud-occidentali, con raffiche di burrasca forte su Marche, Calabria, Puglia e Sicilia. Mareggiate lungo le coste esposte. Precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria, specie settori tirrenici. I fenomeni sono accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

La fascia adriatica

Continuano i problemi sulla Liguria. Oggi, lunedì 4 novembre, è stata valutata allerta arancione sui bacini marittimi di Levante e su parte di Emilia Romagna e Calabria. Allerta gialla in Veneto, su alcuni settori di Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, su tutto il territorio di Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, su gran parte della Calabria e sui settori nord-orientali della Sicilia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto