Crisi del “mattoncino”: Lego taglia 18.200 posti, l’8% della forza lavoro

Lego taglierà migliaia di posti di lavoro a causa del calo del profitto e delle vendite. Il colosso danese dei “mattoncini” ha annunciato i tagli dopo aver registrato un calo del 3% dell’utile netto nella prima metà del 2017, con le vendite più deboli negli Stati Uniti e in alcune parti dell’Europa. Lego prevede di tagliare quasi l’8% della sua forza lavoro globale, pari a circa 18.200 persone.

Vendite giù del 5%

L’utile netto nel semestre è stato di 3,4 miliardi di corone (160 milioni di dollari) rispetto ai 3,5 miliardi di corone di un anno fa. Le vendite nette nel semestre sono scese del 5%, che corrispondono a 14,9 miliardi di corone su base annua.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto