Gp d’Austria: vince Bottas su Mercedes, davanti a uno straordinario Leclerc

Il Gran premio d’Austria che non ti aspetti, pieno di colpi di scena. Alla fine vince Valteri Bottas, che taglia per primo il traguardo con al sua Mercedes.

Al secondo una inattesissima rossa, quella di Charles Leclerc, protagonista nel finale di due sorpassi sensazionali, nonostante ilimiti attuali della rossa.

Il terzo posto è andato alla McLaren di Lando Norris. Quarto posto per Lewis Hamilton, che ha chiuso secondo, ma è stato penalizzato di 5” per un contatto con Albon a pochi giri dalla fine. Ottimo Antonio Giovinazzi, a punti 9° davanti a Sebastian Vettel, malinconico decimo perché protagonista anche di un testacoda, ma pur sempre a punti.

Ritirato alò 14° giro, invece, uno dei favoriti della vigilia, Max Verstappen, vincitore delle ultime due edizioni.

 

Il colpo di scena prima del via

Colpo di scena in Austria a 50 minuti dal via del primo Gran premio della stagione. Davanti all’ennesimo ricorso presentato dalla Red Bull, Lewis Hamilton – colpevole ieri di aver finito il giro per la Pole in regime di bandiera gialla senza togliere il piede dall’acceleratore – viene retrocesso di tre posizioni in griglia.

Hamilton passa così dal secondo al quinto posto. Al suo posto in griglia la Red Bull di Max Verstappen, favorito dal circuito di casa e vincitore qui per due anni consecutivi.

 

 

Male le Ferrari

Comincia malissimo la Ferrari il nuovo campionato di Formula 1, che parte oggi pomeriggio alle 15,10 con il Gran premio d’Austria.

Sebastian Vettel non riesce neppure a entrare nei primi 10. In griglia è undicesimo. Le rosse, con la voce del Team Manager Mattia Binotto, dicono di aspettare Budapest per presentare una nuova versione. Ma l’inizio è pessimo. E Budapest arriva solo fra due Gran premi.

Intanto la prima Pole è di Valteri Bottas (nella foto in apertura), alla dodicesima in carriera, nonostante un’uscita sulla ghiaia.

Al secondo posto il compagno in Mercedes e campione del mondo Lewis Hamilton per soli 12 millesimi.

Terzo Max Verstappen su Red Bull. Quarto Lando Norris, su una Mc Laren cresciuta di molto rispetto all’anno scorso.

Leclerc, invece, partirà domani 7°, mentre l’altro ferrarista Vettel (nella foto sotto) prenderà il via come undicesimo.

Oggi pomeriggio la gara partirà alle 15,10, diretta Sky Formula 1. Il Gran premio prevede 71 giri.

Leclerc: “Non demoralizziamoci”

“Non dobbiamo demoralizzarci”: è questo l’appello di Charles Leclerc dopo le qualifiche del Gp d’Austria, ma forse nemmeno lui si aspettava un esordio così difficile al volante della SF1000: quarta fila e quasi un secondo di ritardo dalla pole.

Peggio – come si è detto – per Sebastian Vettel, rimasto fuori dalla Q3 per la prima volta dal 2014, e che partirà dall’11° posto in griglia, lontanissimo dal leader, l’inatteso Valtteri Bottas.

Il finlandese ha soffiato il posto al favoritissimo Lewis Hamilton, sempre il più veloce nelle libere, per soli 12 millesimi, tanti quante sono le pole in carriera dello scudiero di casa Mercedes.

 Verstappen terzo su Red Bull

In agguato, in seconda fila, partirà Max Verstappen, vincitore delle ultime due edizioni della gara al volante della monoposto di casa, la Red Bull, staccato però di mezzo dalle Mercedes. Che sia merito del Das – il sistema oggetto del reclamo di Chris Horner respinto la notte scorsa dai tecnici Fia -, o lo strascico naturale della ormai annosa superiorità, le Mercedes sembrano di un altro pianeta e anche in gara sarà difficile che tale situazione sia stravolta.

Per le Rosse, al contrario, raggiungere il podio sarebbe un trionfo, visto che sulla loro strada ci sono non solo le Red Bull, ma anche le più che prestanti Racing Point e magari pure McLaren e Renault.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto