Alle 17,15 Inter-Bologna e alle 21,45 il derby del Sud tra Napoli e Roma, le altre partite

Il Milan batte la Lazio 3-0 all’Olimpico di Roma in un anticipo della trentesima giornata del campionato di serie A.

La vittoria del Milan sulla Lazio proietta la Juventus a +7 sui biancocelesti a otto giornate dalla fine del campionato, avvicinandola alla conquista del nono scudetto. Nel prossimo turno i bianconeri saranno ospiti del Milan e quindi riceveranno l’Atalanta allo Stadium, la Lazio andrà a Lecce e poi giocherà col Sassuolo.

Il Sassuolo punisce il Lecce: 4-2

Un Sassuolo che vince e diverte punisce con un 4-2 il Lecce, secondo successo consecutivo, la squadra di De Zerbi blinda la salvezza e si avvicina alla zona Europa.

Sesta sconfitta di fila invece per i salentini che per due volte erano riusciti a recuperare, ma nel finale hanno ceduto davanti alle prodezze di Boga e Muldur. All’inizio De Zerbi (squalificato Rogerio) ripropone in attacco Caputo e Berardi, escluso Defrel.

Lecce alla prese con diverse assenze: davanti c’è l’ex Babacar con il supporto di Farias e Shakhov, Lucioni torna in difesa, in panchina Falco, Mancosu e Saponara. Parte forte la squadra di casa che al 5′ è già in vantaggio con la 15^ rete stagionale di Caputo: Locatelli pesca l’attaccante, la difesa del Lecce è scoperta, tutto facile per il bomber a tu per tu con Gabriel. Al 17′ altra occasione per la formazione di casa con Ferrari di testa che colpisce troppo centralmente favorendo l’intervento del portiere. La squadra di Di Zerbi cala di intensità, cresce il Lecce che sfrutta una incertezza difensiva e coglie il pareggio. Calderoni dalla bandierina mette in mezzo, Locatelli perde Lucioni che segna.

La gara scorre via a ritmi bassi ma su binari di equilibrio con il Sassuolo che fatica ad aggirare la difesa ospite.

A inizio ripresa De Zerbi toglie Traorè e inserisce Djuricic. Cambia il risultato quando l’arbitro Massa punisce con il rigore una trattenuta di Paz in area su Ferrari. Dal dischetto non sbaglia Berardi che spiazza Gabriel. Dura poco il vantaggio del Sassuolo. Un fallo sulla linea dell’area di Marlon su Babacar consegna al Lecce l’occasione per pareggiare. Liverani fa entrare lo specialista Mancosu che si incarica di calciare dagli undici metri e centra il bersaglio. Il Sassuolo non ci sta e poco dopo la mezz’ora ritrova di nuovo il vantaggio con uno dei suoi uomini migliori: palla respinta dalla difesa, Boga arresta e poco dentro l’area di rigore con un diagonale di sinistra supera Gabriel. Undicesimo gol stagionale per l’esterno di De Zerbi.

Nel finale il Lecce sfiora la terza rete con un colpo di testa ravvicinato di Mancosu . Altra occasione per Barak al 44′, chiude bene Consigli. Il Sassuolo ha segnato 13 gol nelle ultime cinque gare, incassandone altrettante nello stesso periodo, ma conquistando in questa ripresa del campionato ben otto punti.

 

Le partite di oggi

La domenica viene aperta da Inter-Bologna alle 17,15. E chiusa, alle 21,45, dal derby del Sud, Napoli-Roma. Le altre partite del tardo pomeriggio domenicale, che vedete nella scheda in basso, inizieranno alle 19,30.

 

 

 

La Juve fa a pezzi il Toro

Nel derby di Torino, che apre oggi pomeriggio la 30ª giornata di Serie A, i granata sono chiamati a una impresa durissima.

Negli ultimi 25 anni, in Serie A, hanno vinto solo in una occasione contro la Juventus, nel 2015, mentre bisogna risalire al 1995 per ritrovare l’ultimo blitz in casa bianconera.

Visti questi numeri, e i 41 punti di differenza in classifica, gli analisti della Snai, che presidiano il calcio-scommesse, vedono nettamente favoriti i campioni d’Italia, dati vincenti a 1,28, con il pareggio in quota a 5,50. Il successo del Torino, invece, pagherebbe ben 11 volte la posta.

La Juve è andata subito in gol con una splendida invenzione di Dybala, “aiutato” dalla difesa del Torino. Al 30° il secondo gol, segnato d aposizione angolata da Cuadrado su una bella invenzione di Ronaldo.

Ma a fine primo tempo il Var assegna un rigore al Torino per un fallo di De Ligt (poi ammonito). Batte Belotti, Buffon intuisce ma la palla è in rete. Si va al riposo sul 2 a 1.

Nel secondo tempo splendida punizione di Ronaldo, che non segnava su calcio piazzato da 24 mesi, e che porta la Juve sul 3 a 1 e, a pochi minuti dalla fine, autorete del Torino. Segna nella sua porta Djidji e finisce 4 a 1 per i bianconeri,

Ma è pur sempre un derby

Eppure, malgrado la sproporzione nelle quote e la differenza dei valori tecnici, nel recente passato le sfide tra le due formazioni torinesi sono state molto tattiche e decise da episodi. Il 2-1 a favore dei bianconeri, con la Juve padrona di casa, è uscito in ben 8 occasioni ed è offerto a 9,50 mentre lo stesso risultato ma per il Toro si trova in lavagna a 33.

Occhi puntati su Cristiano Ronaldo e Belotti, i due bomber della sfida (nella foto in alto).

La terza rete del portoghese nel derby della Mole vale 1,55 mentre quella del Gallo sale a 2,75. Occhio però alla coppia argentina formata da Dybala e Higuain, entrambi autori di una doppietta nella stracittadina: un’altra marcatura multipla della Joya è data a 4,25 mentre quella del Pipita è a 5,25.

E stasera c’è Lazio-Milan

Sempre stasera, ma in serata alle 21,45, la Lazio deve cercare di tenere il passo scudetto, battendo il Milan.

Nonostante i 25 punti che dividono le due formazioni, la sfida non appare facile per i biancocelesti di Simone Inzaghi, privi di Caicedo e Immobile: il successo della Lazio è dato a 2,35 contro il 3,10 dei rossoneri.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto