“L’alba di un nuovo domani”: in un romanzo la ricerca femminile del proprio io

“Stavo soltanto facendo in modo che questo lungo periodo di transizione passasse sena assorbire tutte le mie forze: per questo mi sono tuffata su relazioni social, spesso soltanto virtuali. L’ho fatto per non farmi uccidere dalla quotidianità. Soltanto ora mi rendo conto che dirigere il mio tempo verso cose illusorie piuttosto che verso la crescita dei miei è stato un grave errore”. Sono le parole della protagonista di “L’alba di un nuovo domani”, romanzo della giornalista Emanuela Susmel (Amazon Media, 75 pagine, 7 euro) con prefazione della psicologa e psicoterapeuta Francesca Ancidei.

“In tante si riconosceranno”

Storia di una donna contemporanea, il libro è il racconto di una ricerca: evasione del vivere di tutti i giorni, tentativo di ritrovarsi come persona prima che come moglie e come madre e rischio di perdersi. “Sono convinta che molte giovani mamme si riconosceranno nella protagonista della storia che ho desiderato raccontare”, scrive l’autrice (nella foto sopra) nella sua premessa, “ciascuna con il proprio eventuale senso di inadeguatezza, ma anche con un bagaglio ricco di indimenticabili soddisfazioni”.

Una possibilità della vita

Il motivo è spiegato nella prefazione di Francesca Ancidei: “Nel leggere le parole della scrittrice si sperimenta sulla propria pelle quel senso di ‘non arrivare mai’ e l’angoscia che ne consegue, in un ritmo sempre crescente. Quel ritmo si ferma di colpo, ma ciò che sembra un blocco altro non è che una possibilità, che la vita dona, di tornare ‘semplicemente’ a essere sé stessi”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto