“L’eros nella canzone d’autore”, ma Facebook censura Milo Manara

Il confine tra erotismo e pornografia per Facebook è così sottile che nelle maglie della censura di casa Zuckerberg ci finisce pure un disegno di Milo Manara. Lo denuncia il Club Tenco che ha visto respingere al mittente il manifesto di una rassegna che ha organizzato, “Pazze idee – L’Eros nella canzone d’autore”, in programma dal 4 al 6 giugno al Casinò di Sanremo. Un’immagine che contiene le informazioni logistiche e accanto compare la raffigurazione di una ragazza di spalle, con i jeans calati abbastanza da esporre una porzione di glutei e la schiena nuda su cui sono tatuati simboli musicali.

Niente da fare per l’inserzione

È un'”evidente citazione di Man Ray”, dicono i responsabili del Club Tenco raccontato dell’inserzione a pagamento rifiutata. Ma di diverso avviso il messaggio del social network secondo cui l’immagine “viola le linee guida sulle pubblicità di Facebook perché promuove prodotti o servizi per adulti, compresi giocattoli, video o prodotti per il miglioramento delle prestazioni sessuali”. E al momento non sembra esserci modo di ovviare alla situazione considerati anche i tempi della rassegna, che chiuderà domani.

Più spazio al fumetto erotico con Sergio Staino

Il Club Tenco ha così deciso di rilanciare, almeno nella vita reale, lo spazio al fumetto erotico e per questo ha allestito una mostra di Sergio Staino intitolata “La povera Fiammetta – Erotic drawings by Sergio Staino”, ovvero “Con l’arrivo della vecchiaia dell’artista, il porno diventa erotismo”. La mostra, inaugurata questa mattina alle 10, proseguirà per tutta la giornata di domani nell’ingresso del Teatro del Casino.

Confermato il programma sanremese

Confermate invece le presenze sul palco di Sanremo, dove stasera si esibirrano, tra i vari artisti, Paolo Pietrangeli e Paolo Rossi mentre domani 6 giugno sarà la volta della Banda Osiris, Andrea Grossi, Leopoldo Mastelloni, Musica Nuda, Mauro Ottolini Smashing Triad(s) e la cantante arabo-andalusa Sensi. Previsti anche omaggio alla musica napoletana e a Giorgio Gaber.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto