Diabete: glicemia meno 30% con le proteine nell’antipasto

Evitare i picchi glicemici dopo i pasti, problema con cui sono alle prese tutti i giorni i diabetici ma che riguarda tutti, si può. La strada la indicano 2 studi dell’università di Pisa secondo cui è sufficiente invertire l’ordine delle portate: solo anticipando le proteine all’antipasto e facendo seguire pane o pasta, il picco si riduce del 30%. Inoltre le percentuali consigliate di alimenti sono carboidrati al 45-50%, grassi meno di 30 e proteine sotto 15 per cento.

aaafrutta

La frutta: meglio quella estiva

Nel corso del 26° Congresso nazionale della società italiana di diabetologia in corso a Rimini, sono anche altri gli accorgimenti suggeriti: contenimento dell’alcol, che fa crescere la glicemia, frutta per spezzare il digiuno tra un pasto e l’altro con proteine. E a proposito di frutta, va evitata quella troppo dolce (banane, cachi, uva e fichi) e preferendo invece quella estiva (mele, pere, agrumi e fragole) mentre vanno mangiate con moderazione le ciliegie.

aaagelato

Bene i gelati senza troppi zuccheri

E per altri generi alimentari? Attenzione va prestata a patate e pane bianco, con un alto valore glicemico. Bene invece pane e pasta integrali, verdure, olio extravergine d’oliva e gelato. Consigliati infatti “un gelato alla frutta, senza troppi zuccheri”, dice Giorgio Sesti, presidente eletto della Società italiana di Diabetologia, “o anche un sorbetto, di quelli un po’ aspri. Tra le proteine, al primo posto ci sono certamente i legumi, al secondo il pesce, soprattutto quello azzurro, che contiene Omega 3”.

aaaverdura

Carne: da evitare quella grasse

Invece la carne? “Vanno scelte le più magre”, aggiunge Sesti, “quindi meglio pollo e tacchino di manzo e maiale. O anche formaggi non grassi, o la ricotta. Il pasto ideale per un diabetico è pasta e fagioli o pasta e ceci. Importantissima la fibra, che fa assorbire meno grassi e zuccheri e fa rallentare lo svuotamento gastrico: quindi alimenti integrali e verdura a foglia, come bieta, spinaci, radicchio, cicoria; ortaggi a radice, come carote, rape e barbabietole, ma anche carciofi e pomodori”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto