Consumatori contro McDonald’s: “Monopolista, impone prezzi più elevati”

Pratiche anticoncorrenziali nei confronti dei propri affiliati in regime di franchising e fissazione dei prezzi a discapito dei consumatori italiani. Con queste motivazioni Codacons, Movimento difesa del cittadino e Cittadinanzattiva hanno presentato un esposto all’Antitrust contro McDonald’s, accusando il colosso del fast food di “abusare della propria posizione di schiacciante supremazia sul mercato del fast-food americano in Italia”.

“Limiti illegittimi agli affiliati”

In particolare, spiegano le tre associazioni in una nota, la denuncia argomenta che McDonald’s “limiti illegittimamente la libertà imprenditoriale dei propri affiliati, imponendo loro termini commerciali sleali per effetto dei quali i contratti di franchising vengono collegati a contratti di locazione per l’utilizzo degli immobili di proprietà di McDonald’s, a prezzi esorbitanti”.

“Listini bloccati”

Inoltre la denuncia si focalizza “sugli sforzi sistematici di McDonald’s nel controllare i prezzi di rivendita dei propri affiliati per mezzo di un sistema di fissazione dei listini che porta i consumatori italiani a dover pagare di più”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto