Dal Parkinson ai tumori: 1.200 farmaci introvabili

Sono farmaci contro patologie come il morbo di Parkinson, le malattie respiratorie gravi, l’epilessia, l’artrite reumatoide, il mal di testa, il colesterolo o i tumori. La lista, lunga 97 pagine, l’ha pubblicata soltanto pochi giorni fa, il 29 febbraio scorso, l’Aifa (l’Agenzia italiana del farmaco), è contiene i circa 1.200 medicinali introvabili o quasi perché non più prodotti o a causa di forniture carenti, perché sono distribuiti male o perché non fanno guadagnare abbastanza alle cause farmaceutiche.

aaafarmaci2

All’estero rendono di più

Ecco così che malati gravi, non di rado cronici, devono peregrinare per il Paese alla ricerca del farmaco necessario oppure inseguire i prodotti all’estero, verso quelle nazioni che, grazie alla legge sulla libera circolazione delle merci, riescono venderlo a un prezzo più profittevole per tutta la rete distributiva, dal farmacista al produttore.

Peggioramento in 3 anni

Negli ultimi 3 anni, racconta Repubblica, la situazione si è aggravata, come sottolineano sia l’Aifa che il ministero della Salute, senza che nessun operatore della catena del farmaco abbia trovato una soluzione o anche solo una strada per migliorare la condizione dei malati, gli unici a pagare in questa situazione.

Manca il Crestor, assunto da 1,5 milioni di persone

I prodotti “scomparsi” comprendono farmaci contro l’epilessia come il Keppra e il Vimpat. Il Rytmonorm, contro le aritmie cardiache, tocca andare a procurarselo in Svizzera mentre il Crestor, che riduce gli altri livelli di colesterolo e che viene assunto da un milione e mezzo di persone, rende di più sugli scaffali delle farmacie straniere.

La ricerca arriva fin dentro gli ospedali

Ma i problemi iniziano a profilarsi anche per gli ospedali, dove per esempio il Requip, somministrato ai pazienti con il Parkinson, si profilano difficoltà anche perché ormai i malati esterni lo cercano nelle corsie dei reparti specialistici, non riuscendo a trovarlo altrove.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto