Sconti anche su spumanti, panettoni e cotechini: come evitare le fregature

Non solo vestiti e scarpe, i saldi prendono il via anche per gli acquisti dei prodotti tipici delle feste di Natale offerti con sconti fino al 70%, dai cotechini ai pandori, dai panettoni ai torroni fino alla frutta secca. È quanto afferma la Coldiretti in occasione dell’avvio della stagione dei saldi in tutta Italia nel sottolineare che a conclusione delle festività di fine anno c’è l’opportunità di risparmiare anche sulla tavola per motivi esclusivamente commerciali, che non influiscono in alcun modo sulle caratteristiche qualitative dei prodotti.

Le offerte

Si tratta spesso, sottolinea Coldiretti, di molti alimenti tipicamente natalizi che non possono essere conservati per il prossimo anno tra i quali soprattutto pandori, panettoni, torroni, cotechini, zamponi, ma anche la frutta secca o gli spumanti secondo formule diverse che vanno dall'”1 per 2″ al “2 per 3”, ma possono essere offerti anche sconti rilevanti che arrivano fino al 70%. Offerte di grande qualità per i prodotti artigianali, rileva Coldiretti, sono disponibili nelle aziende agricole e nei mercati e nelle botteghe degli agricoltori di Campagna Amica aperti in molte città.

Cosa leggere

Una opportunità per quanti non sono ancora completamente appagati dai menu delle feste di fine anno con le tavole del Natale e del Capodanno imbandite da ben di 5 miliardi di euro di cibi e bevande. È necessario tuttavia, consiglia Coldiretti, “fare sempre attenzione alle date di scadenza obbligatoriamente indicate nelle confezioni per evitare di consumare prodotti vecchi”.

I saldi invernali sono anche online: decalogo contro le fregature, le notizie del 4 gennaio 2020

Le truffe online non fanno mai sconti soprattutto nei periodi di saldi. Per questo dalla polizia postale arriva una guida sicura per gli acquisti on line con 10 consigli.

  • 1. Il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio dispositivo informatico. Gli ultimi sistemi antivirus danno protezione anche nella scelta degli acquisti su Internet.
  • 2. Dare la preferenza a siti certificati o ufficiali In rete è possibile trovare ottime occasioni ma quando un’offerta si presenta troppo conveniente, allora è meglio verificare su altri siti. Potrebbe essere un falso o rivelarsi una truffa.
  • 3. Un sito deve avere gli stessi riferimenti di un vero negozio!Prima di completare l’acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di Partiva IVA, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l’azienda.
  • 4. Prima di passare all’acquisto del prodotto scelto è buona norma leggere i “feedback” pubblicati dagli altri utenti sul sito che lo mette in vendita.
  • 5. Se si sceglie di acquistare da grandi negozi online, il consiglio è quello di utilizzare le App ufficiali dei relativi negozi per completare l’acquisto. Questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “passare” su siti truffaldini.
  • 6. Utilizzare soprattutto carte di credito ricaricabili Per completare una transazione d’acquisto sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta ed indirizzo per la spedizione della merce.Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali che invece non vanno divulgate.
  • 7. Non cadere nella rete del phishing e/o dello smishing …ovvero nella rete di quei truffatori che attraverso mail o sms contraffatti, richiedono di cliccare su un link al fine di raggiungere una pagina web trappola.L’indirizzo Internet a cui tali link rimandano differisce sempre, anche se di poco, da quello originale.
  • 8. Leggi attentamente l’annuncio prima di rispondere: se ti sembra troppo breve o fornisce poche informazioni, non esitare a chiederne altre al venditore.
  • 9. Diffidare di un oggetto messo in vendita a un prezzo irrisorio, non sempre è un affare: accertati che non ci sia troppa differenza tra i prezzi proposti e quelli di mercato.
  • 10. Dubita di chi chiede di esser contattato al di fuori della piattaforma di annunci con e-mail ambigue ma anche di chi ha troppa fretta di concludere l’affare.

Partiti i saldi invernali: il calendario e i consigli per evitare le truffe, le notizie del 3 gennaio 2020</h3>

Dopo le offerte prenatalizie e i vari Black Friday, ecco che si avvicina la stagione dei tradizionali saldi. È infatti ufficiale il calendario approvato per tutta Italia. Calendario che si apre tra domani, giovedì 2 gennaio, e domenica 5, a seconda della regione, e che proseguirà, salvo l’eccezione del Trentino Alto Adige, in un periodo compreso tra la fine di febbraio e quella di marzo.

Ecco tutte le date:

  • Abruzzo: 4 gennaio-4 marzo;
  • Basilicata: 5 gennaio-1 marzo;
  • Calabria: 4 gennaio-3 marzo;
  • Campania: 4 gennaio-3 marzo;
  • Emilia Romagna: 5 gennaio-5 marzo;
  • Friuli Venezia Giulia: 4 gennaio-31 marzo;
  • Lazio: 4 gennaio-15 febbraio;
  • Liguria: 4 gennaio-17 febbraio;
  • Lombardia: 5 gennaio-5 marzo;
  • Marche: 4 gennaio-1 marzo;
  • Molise: 5 gennaio-5 marzo;
  • Piemonte: 4 gennaio-29 febbraio;
  • Puglia: 5 gennaio-28 febbraio;
  • Sardegna: 4 gennaio-4 marzo;
  • Sicilia: 2 gennaio-15 marzo;
  • Toscana: 4 gennaio-4 marzo;
  • Umbria: 5 gennaio-5 marzo;
  • Valle D’Aosta: 5 gennaio-31 marzo;
  • Veneto: 4 gennaio-28 febbraio;
  • Trentino-Alto Adige: 4 gennaio-15 febbraio (per i comuni nelle zone di Bolzano, Oltradige e Bassa Atesina, Merano e Burgraviato, Valle Isarco e Alta Valle Isarco, Val Pusteria e Val Venosta); 15 febbraio-14 marzo (per i comuni di Tires, Castelrotto, Renon Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Renon, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara, Stelvio, Maso Corto, Resia, San Valentino alla Muta).

Come scegliere il capo giusto

Ma come fare per scegliere il capo giusto e non incappare in fregature? Ecco alcune dritte, sempre valide:

  • Confronta il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato: se hai dubbi, chiedi chiarimenti al negoziante.
  • Prova sempre i vestiti: il cambio potrebbe essere a discrezione del commerciante. Chiedi quindi se è consentito effettuare un cambio e quanti giorni ci sono per farlo.
  • Evita di acquistare capi che non abbiano due etichette (quella di composizione e quella di manutenzione).
  • Fai attenzione che la merce in saldo sia quella stagionale: la legge prevede, infatti, che i saldi non riguardino tutti i prodotti ma solo quelli di carattere stagionale.
  • Ricorda che i prezzi esposti vincolano il venditore: se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, fallo notare.
  • La garanzia vale per due anni dall’acquisto. Attenzione agli scontrini, che sbiadiscono dopo qualche mese: fotocopiali per averli pronti al momento opportuno.
  • Un negoziante convenzionato con carta di credito è tenuto ad accettarla sempre, anche durante i saldi, senza aumentare il prezzo per pagamenti effettuati con la carta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto