Cavalcavia crollato sulla Milano-Lecco: indagati 3 ingegneri di Provincia e Anas

Tre avvisi di garanzia notificati ad altrettanti ingegneri, due della Provincia di Lecco e uno dell’Anas, dalla procura che sta indagando sul crollo del cavalcavia di Annone che ha provocato la morte di un insegnante di educazione fisica, Claudio Bertini, 68 anni.

a-chiappani

Le accuse: omicidio colposo e disastro colposo

L’inchiesta, condotta dal procuratore di Lecco, Antonio Chiappani (nella foto sopra), e dal pm Nicola Preteroti, ipotizza i reati di omicidio colposo e disastro colposo. Dei 3 ingegneri, uno, quello dell’Anas, è responsabile della manutenzione del cavalcavia. A quanto si è saputo, in questa fase dell’inchiesta si sta cercando di capire se vi sia stata una mancanza di coordinamento tra i tecnici provinciali e quelli dell’Anas.

Crolla un cavalcavia dopo un rimpallo tra Provincia di Lecco e Anas, un morto (video), le notizie del 29 ottobre 2016

Un rimpallo burocratico che si protraeva da giorni tra la Provincia di Lecco e l’Anas ha provocato, ieri pomeriggio, un morto e 4 feriti (tra cui tre bambini). E la tragedia poteva essere anche maggiore. La vittima è Claudio Bertini, il 68 anni, di Civate. Lascia la moglie e una figlia.

Ma stiamo ai fatti. Un cavalcavia è crollato sulla statale 36 Milano-Lecco.

a-autocavalcavia

Nel crollo sarebbero rimaste coinvolte alcune vetture, tra cui una Yaris rossa finita proprio sotto il Tir. Al momento il bilancio è di un morto, e quattro feriti, tra cui tre bambini, portati in codice giallo all’ospedale di Lecco. Secondo quanto comunica il 118 il quarto ferito è l’autista del tir, un uomo di 50 anni, che ha riportato un trauma toracico. Anche lui trasferito a Lecco in codice giallo.

a-cavalcaviabis

Subito una commissione d’inchiesta
“Apriremo rapidissimamente una commissione d’inchiesta”, ha annunciato il viceministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini, che si è recato personalmente sul luogo.
L’Anas, la società che gestisce la rete stradale ed autostradale italiana, aveva chiesto la chiusura del tratto di strada dove si trovava il cavalcavia nelle ore precedenti il crollo, ma la Provincia di Lecco ha chiesto un’ordinanza formale da parte dell’ente. Nel frattempo il ponte è venuto giù.

a-cavalcaviatris

La replica della Provincia di Lecco

Il rimpallo continua anche dopo l’incidente. Secondo la Provincia: “Non serviva un’ordinanza, se Anas riteneva di chiudere la strada poteva chiuderla”, spiega il responsabile della viabilità della Provincia di Lecco, Angelo Valsecchi, spiegando che comunque “in emergenza potevamo chiudere il ponte”, ma “la comunicazione da Anas alla provincia non era così esplicita”.

Il racconto del capocantiere Anas

ETindaro Sauta, capocantiere dell’Anas, la vicenda l’ha vissuta così: “Alle 13,30 alla nostra sala operativa di Milano ci hanno chiamato dicendoci che c’erano dei calcinacci sulla statale 36 e io sono arrivato in meno di 10 minuti, poi ho visto a 250 metri una pattuglia della polstrada e l’ho fermata e ho avvisato il mio ufficio”.

Sauta subito dopo si è recato sulla statale 36. Ma il rimpallo continua, perché l’Anas ha competenza sulla statale, ma non sul cavalcavia crollato che è provinciale.

 

Aperto un fascicolo dalla Procura di Lecco

Intanto la Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta che sarà, con tutta probabilità, per omicidio colposo e disastro colposo. Saranno sentiti i testimoni e acquisita documentazione.

Momento nero per l’Italia tra terremoti e crolli: le notizie del 28 ottobre

Momento nero per l’Italia, tra terremoti e crolli di altra natura. Un cavalcavia ha nel pomeriggio di oggi in Brianza, sulla statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo sarebbero rimaste coinvolte alcune vetture. Al momento ci sarebbe un morto, mentre ci sono tre bambini feriti, ma non in modo grave. I feriti in tutto sarebbero cinque.

a-autocavalcavia

La dinamica dell’incidente

Un camion che stava percorrendo il tratto è precipitato sulla strada sottostante.

L’autista del Tir è stato trasportato in codice giallo all’ospedale, con un trauma toracico. Secondo le prime informazioni ci sarebbero un morto e almeno altri due veicoli coinvolti e sarebbero una decina le persone ferite, non è chiaro in quali condizioni. Tre bambini sono stati trasportati all’ospedale di Lecco.Il veicolo precipitato è nella foto in basso.

a-cavalcaviadanni

Nel pomeriggio i primi segnali

Nel pomeriggio sembra fossero stati evidenziati sulla strada dei problemi e una corsia era stata parzialmente chiusa dopo l’intervento dei tecnici dell’Anas. Attorno alle 17.20 il cedimento improvviso e il crollo, mentre sulla strada erano in transito numerosi mezzi. Un’auto è rimasta sospesa, mentre un camion è precipitato.

 

Il crollo sulla Statale 36

Il crollo sulla Statale 36 chiamata “del lago di Como e dello Spluga” è avvenuto, secondo quanto riferisce l’Anas, tra i comuni di Cesana Brianza e Annone. Sull’arteria ha ceduto un cavalcavia della strada provinciale n. 49.

 

Coinvolti i veicoli in transito

Sul tratto, dove sono stati coinvolti veicoli in transito, sono intervenuti il personale del 118, le squadre Anas, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine per i primi accertamenti e le operazioni di soccorso.

Il traffico è stato deviato sulla viabilità locale con uscita obbligatoria a Bosisio Parini in direzione Nord e a Suello in direzione Sud.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto