Bari, abusata a 12 anni da un branco di minorenni: la ricattavano con un video

Da mesi una dodicenne anni era costretta da un gruppo di ragazzi, tutti giovanissimi, a subire violenze sessuali: i ragazzini sono stati smascherati dai carabinieri di Santo Spirito (quartiere di Bari). I militari hanno eseguito la misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti di due baresi di 17 anni. I due – secondo l’accusa – sono responsabili di aver, insieme a un quindicenne (direttamente rinviato a giudizio) e a due tredicenni, quindi non imputabili, perpetrato ripetuti abusi sessuali ai danni della dodicenne.

La denuncia del genitori

Le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica per i minorenni di Bari, hanno preso le mosse – informano i militari – dalla denuncia dei genitori della vittima, che, avendo iniziato a notare un atteggiamento di grande preoccupazione da parte della loro bambina, ne hanno raccolto la confessione e si sono subito rivolti ai carabinieri. I quali hanno avviato le indagini, identificando i primi violentatori e ascoltando, nelle forme dell’audizione protetta, la bambina vittima.

Portata in luoghi insalubri

La ragazzina ha raccontato quanto le era accaduto, sempre in luoghi insalubri e sempre sotto la minaccia della diffusione di un video che la ritraeva durante un rapporto con uno di loro. Secondo quanto accertato dalle indagini, il gruppo, noncurante dei pianti e delle richieste di soccorso, l’avrebbe costretta più volte a sottostare, a turno, a ogni richiesta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto