Google, Facebook e Amazon nel mirino dell’Antitrust Usa

L’antitrust Usa attacca i colossi dell’hi-tech – a cominciare da Facebook e da Google di Alphabet – e i titoli del settore risentono della prospettiva di giri di vite che ne ostacolino il business. Il Nasdaq, ricco di società tecnologiche e di Internet, è arretrato dell’1,6%, generando una flessione del 10% dai recenti massimi e portando così l’indice in territorio di aperta correzione al ribasso.
Le azioni potenzialmente nel mirino delle mosse delle autorità hanno trainato il mercato al ribasso.

Facebook ha ceduto il 7,5%; Google ha bruciato il 6,1 per cento. Amazon è scivolata del 4,6% e anche Apple dell’1 per cento. Assieme questi titoli, a fine seduta, hanno visto evaporare 130 miliardi di market cap.
La Ftc, secondo quanto emerso, si prenderebbe in carica eventuali indagini su Facebook e anche Amazon.

Il Dipartimento della Giustizia avrebbe giurisdizione su Google e anche su Apple. In discussione sono le loro tendenze monopolistiche e le loro pratiche in grado di danneggiare la concorrenza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto