Niagara: un pensionato e un farmacista in viaggio di nozze le vittime italiane

Tre morti, due feriti molto gravi, altre dieci persone ferite: è il bilancio, ancora definitivo, del grave incidente avvenuto ieri negli Usa, in Pennsylvania, tra un bus con a bordo tutti italiani che volevano raggiungere le cascate del Niagara e un grande auto-articolato, che è piombato sulla fiancata dell’autobus. Una delle tre vittime è proprio l’autista del pullman, Alfredo Telemaco, cittadino statunitense. Gli due italiani, invece, sono Rino Guerra (nella prima foto), pensionato di 70 anni che viveva a Rivoltella di Desenzano e che si trovava in viaggio con la compagna, rimasta gravemente ferita, e Marco Fornasetti (nella seconda foto), 30 anni. Il giovane, un farmacista di Vicenza, era negli States per il viaggio di nozze, dopo essersi sposato lo scorso 30 maggio. Con lui la moglie, Elena Ovedani, con ferite al bacino e alla testa, ma non in pericolo di vita.

aaaarinoguerra

aaamarcofornasetti

L’incidente a 120 chilometri da New York

Tutti erano partiti con un volo di linea da Milano per New York. L’incidente è avvenuto sulla Interstate 380 alle 10 del mattino (ora locale) nella zona di Pocono Mountain, circa 120 chilometri da New York. Il Coroner della Contea di Monroe, Robert Allen ha dichiarato che i passeggeri a bordo del pullman erano tutti italiani.

aaaaaautobusuno

Viaggiavano con Alpitour

Dopo alcune ore dall’incidente si è appreso che è stata Alpitour a organizzare il viaggio attraverso la controllata Viaggidea. Otto feriti sono stati portati in tre diversi ospedali della zona. Sullo stato di salute degli italiani feriti – precisano le fonti di Alpitour – non ci sono ancora indicazioni precise. Un referente del tour operator è al lavoro a New York per coordinare l’assistenza, come sta facendo la centrale operativa in Italia.

aaaaaaverticaleusa

Nove persone ricoverate d’urgenza

Secondo quanto dichiarato dal 911, il pronto soccorso, della contea, sono 13 le persone ricoverate in ospedale. In particolare, 9 sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale locale di Pocono, 4 trasferiti in elicottero in diversi centri traumatologici (uno a Lehigh Valley, due al Geisinger Wyoming Valley Medical Center, uno al Geisinger CMC di Scranton). Non si conosce al momento la loro situazione mentre sulla scena dell’incidente vi è ancora un numero imprecisato di persone rimaste ferite più lievemente che hanno rifiutato il ricovero.

Viaggidea, il nome del tour operator

Sul mezzo il nome del tour operator Viaggidea, che organizza abitualmente viaggi turistici da New York alle cascate del Niagara. La società proprietaria del bus è invece la Academy, che attraverso un portavoce ha fatto sapere di non avere alcuna informazione sull’accaduto. L’auto-articolato è stato noleggiato dalla compagnia Xtra Lease, il cui legale ha dichiarato che ancora non è stato accertato chi abbia preso a noleggio il mezzo. Il viaggio era fatto da Accademia Bus per conto, probabilmente, del tour operator Viaggidea che organizza trasporti da New York alle cascate del Niagara e in Canada.

Molti dei feriti “privi di conoscenza”

Molti dei feriti sarebbero stati trasportati in ospedale “privi di conoscenza”. Dalle immagini si vede il bus ancora in piedi e nella direzione di marcia, ma con la parte frontale completamente distrutta. Davanti un rimorchio che sembra avergli tagliato improvvisamente la strada. I testimoni raccontano di urla e grida provenire dal bus subito l’incidente. I soccorsi sarebbero arrivati tempestivamente.

Secondo quanto riferisce un’affiliata locale della Nbc news, in un aeroporto regionale vicino al luogo dell’incidente, Mount Pocono Regional Airport, le normali operazioni di volo sono state sospese, per permettere eventuali arrivi e partenze di aerei per il trasporto di feriti. La strada dove e’ avvenuto lo scontro, la Interstate 380, è stata inizialmente chiusa in entrambe le direzioni e solo da poco e’ stata parzialmente riaperta in direzione sud.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto