Progetto “Ospedale della Donna”: a Milano diagnosi e terapie al femminile

L’ospedale Macedonio Melloni di Milano diventa il primo ospedale per la salute della donna in Italia, ad opera della Regione Lombardia, dell’Asst Fatebenefratelli Sacco e della Fondazione Onda. L’obiettivo è istituire un modello organizzativo dedicato interamente alla donna con percorsi specifici per le varie fasi della vita: sviluppo (11-18 anni), età fertile e riproduzione (19-50 anni), menopausa (45/50 – 65 anni), senescenza (65 anni).

Attenzione alla salute delle lavoratrici

L’ospedale offre dei percorsi specifici dedicati alla presa in carico degli ambiti fisiologici e di sviluppo, delle patologie e delle necessità clinico assistenziali delle donne nelle varie fasce di età, integrandoli con quelli già esistenti, riservando particolare attenzione anche alla salute delle lavoratrici. “Il progetto ‘Ospedale della Donna'”, spiega Giuseppe De Filippis, direttore sanitario dell’Asst Fatebenefratelli Sacco, “è la nostra risposta ai bisogni di salute, al benessere psico-fisico delle donne di ogni età. Il nostro obiettivo è quello di mettere in atto un modello organizzativo di struttura ospedaliera dedicata alla presa in carico della donna nelle sue varie fasi di età”.

“Passo avanti nei Bollini Rosa”

“La medicina di genere trova nell’ospedale Macedonio Melloni concreta applicazione”, aggiunge Francesca Merzagora, presidente di Fondazione Onda, “un passo avanti rispetto ai nostri Bollini Rosa. Ci auguriamo che altri ospedali possano seguire l’esempio di questa realtà all’avanguardia ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto