F1: Hamilton campione del mondo per la sesta volta, malissimo le Ferrari negli Usa

Lewis Hamilton si è laureato per la sesta volta campione del mondo di Formula 1.

Il pilota della Mercedes si è piazzato al secondo posto nel Gp degli Stati Uniti, disputato sul circuito di Austin, alle spalle del compagno di scuderia Valtteri Bottas, che gli ha soffiato il successo a pochi giri dalla fine. Completa il podio texano l’olandese Max Verstappen, al volante di una Red Bull. Quarta, ma staccata di quasi un minuto, la Ferrari di Charles Leclerc. Ritirato, invece, Sebastian Vettel, al primo giro

Hamilton: “Rilassarmi? Io non mollo mai” 

“È travolgente, è stata una gara difficile, volevo solo rimontare, sono molto emozionato in questo momento. E’ un onore per me essere qui ed essere paragonato a grandi piloti. Mi sarei potuto rilassare, mio padre però mi ha insegnato a non mollare mai. Ringrazio la mia famiglia, i miei tifosi, ho cercato di regalare loro anche questo successo. Quanti titoli posso vincere? Mi sento fresco e pronto per affrontare la prossima gara”: queste le parole di Lewis Hamilton, dopo avere conquistato il sesto titolo.

Bottas partito in Pole

 

Formula 1 negli Usa. Stasera – alle 20,10, diretta Sky – partirà in Pole position la Mercedes di Valtteri Bottas, che  ha stabilito il miglior tempo e interrotto la striscia di sei pole consecutive della Ferrari.

Ma la Rossa stava per fare il Settebello visto che Sebastian Vettel ha sfiorato la pole mancandola di appena 12 millesimi. Terza la Red Bull di Max Versatppen, quarto tempo invece per Charles Leclerc, che commenta dicendo che “non posso certo essere soddisfatto”. In ogni caso, in queste prove c’è stato grande equilibrio, con i primi quattro racchiusi in un decimo.

Binotto: “La Ferrari se la gioca fino alla fine”

 

Per il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, “in ogni pista ce la vogliamo giocare e qui volevamo allungare la serie delle pole, ma Bottas ha fatto un fantastico ultimo giro e la differenza è stata sottilissima. È stato bello per lo sport, è stata una qualifica molto tirata, e ora cercheremo d’invertire la tendenza in gara. Sarà lunga, ma siamo pronti”.

Si vedrà come andrà la gara di stasera e se la Ferrari eviterà al box gli errori che ha commesso nell’ultimo Gran premio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto