Il mistero di Andrea Vesalio, l’anatomista che rivoluzionò lo studio del corpo umano

“Carthusia” è una casa editrice che pubblica raffinatissimi libri, spesso in collaborazione con enti e istituzioni. Il romanzo “Il Mistero dell’anatomista”, (57 pagine, costo 13,50 euro) scritto da Luisa Mattia e illustrato da Marco Brancato, esce in occasione dei festeggiamenti per l’ottocentesimo anniversario dell’Università di Padova.

L’anatomista citato nel titolo è Andrea Vesalio, un grande scienziato belga vissuto a metà del 1500, che rivoluzionò lo studio del corpo umano e che, proprio all’Università di Padova, trovò accoglienza per i suoi studi di anatomia, osteggiati all’epoca nella maggioranza dei paesi. Qui poté dedicarsi all’insegnamento sulle sue ricerche.
 

Precursori della medicina moderna

Dissezionare cadaveri, a quel tempo, era considerata una pratica ai confini con la stregoneria, mentre nei fatti fu grazie a quei precursori della medicina moderna che tante vite poterono essere salvate. Il risultato delle sue esplorazioni anatomiche è documentato magistralmente nella sua opera “De humani corpori fabrica”, con illustrazioni fatte per mano di grandi artisti usciti dalla scuola di Tiziano Vecellio.

Racconto “difficile” adattato ai ragazzi

Come si può raccontare ai ragazzi una vicenda tanto complessa? Ci riesce in modo eccellente Luisa Mattia che prendendo a pretesto proprio questa collaborazione fra medicina e arte compone una storia appassionante che racconta Vesalio nel momento del suo arrivo a Padova. “Il mistero dell’Anatomista” diventa così un thriller che condurrà per mano i giovani lettori nella scoperta della vita di questo grande della medicina.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto