Genova, muore bimba di 8 mesi, i genitori: “118 in ritardo”

Dramma nel ponente di Genova nella tarda serata di ieri, mercoledì 2 novembre, sulle alture di Voltri. Una neonata di 8 mesi è morta in un appartamento di via della Benedicta a Prà. A dare l’allarme i genitori, che hanno già altri 5 figli, quando si sono accorti che la piccola aveva iniziato a tossire e ad avere gravi difficoltà di respirazione. E ora accusano: “I soccorsi sono arrivati in ritardo”.

Al Gaslini non c’era più nulla da fare

Sul posto i medici del 118 che hanno trasportato la bambina in ospedale ma, all’arrivo dell’ambulanza al Gaslini di Genova, non c’era più nulla da fare. Secondo i medici si tratterebbe di un caso di morte in culla.

La chiamata di aiuto verso le 21

“Ci hanno impiegato mezz’ora”, sostiene il padre che dice di aver chiamato il 118 verso le 23. La centrale operativa aveva assicurato l’intervento entro 10-15 minuti, ma l’automedica più vicina era impegnata con un codice rosso. Dunque è stata avvertita l’automedica del Sampierdarena e la corsa in codice rosso è durata tra i 15 e i 20 minuti. “Il minimo possibile”, aggiungono al 118.

Sul posto polizia e magistrato

Sul posto i poliziotti delle volanti che hanno ascoltato i genitori. Il magistrato di turno Pier Carlo Di Gennaro che ha avviato l’indagine.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto