“Insulti sessisti”: Fabio Fognini espulso dagli Us Open, perde 72.000 dollari

Stavolta l’ha fatta grossa e la punizione è decisamente salata. Fabio Fognini è stato espulso dall’Us Open di tennis di New York a causa del comportamento tenuto durante l’incontro di primo turno di singolare perso con Stefano Travaglia.

L’azzurro era stato già multato di 24.000 dollari dagli organizzatori per condotta antisportiva e in particolare per gli insulti sessisti ad una giudice di sedia. La sanzione accessoria per il ligure, informa la Fit, è la “confisca” di punti e premi acquisiti (circa 72.000 dollari).

Espulso anche dal torneo di doppio

Fognini è stato anche eliminato dalla gara di doppio, dove con Simone Bolelli (insieme nella foto) aveva già raggiunto il terzo turno, penalizzando così anche il suo incolpevole compagno di doppio.

La decisione presa dal Board dei tornei del Grande Slam è stata comunicata a Fognini al suo arrivo a Flushing Meadows dal direttore del torneo Brian Earley e potrebbe non limitarsi a questo Slam, avendo conseguenze ancora più gravi.

L’insulto: “Sei una tr…”

Fognini – nel corso della partita con Travaglia – aveva davvero eprso la testa, insultando la giudice di sedia Louise Engzell, arbitro del match. L’offesa (“Sei una tr…”), si sente chiaramente nel video pubblicato in rete.

Fognini, non nuovo a scatti d’ira in campo, aveva poi cercato di scusarsi con l’arbitro e con i tifosi, pubblicando un messaggio su Instagram. Ma stavolta la punizione è scattata con inusuale durezza.

Ora non gli resta che tornare dalla sua Flavia Pennetta e dal suo piccolo Federico (nella foto sopra) sperando che le sanzioni siano solo quelle appena subite a New York.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto