Riapre il ponte A tre occhi, ma la terra trema ancora

Dopo dieci giorni di lavoro da parte del Genio dell’esercito e dei volontari della Protezione civile del Friuli, riapre ad Amatrice il ponte Tre Occhi, importante via di collegamento per il Paese simbolo del terremoto. Il nuovo ponte è stato inaugurato dal capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, dal presidente della Regione Nicola Zingaretti e dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.

a-amatrice01

“Siamo già nella fase concreta della ricostruzione”

Il primo cittadino si è commosso: “Questo ponte si chiamerà ‘Ponte della Rinascita'”, ha detto, “oggi inizia una nuova vita. Conserverò con me questa bandiera, che è un segno di rinascita”. Zingaretti ha commentato invece: “Dopo pochi giorni dal tragico terremoto siamo già nella fase concreta della ricostruzione in quanto quello della mobilità è un pezzo non marginale della ricostruzione, che qui è già partita”.

La scossa nel corso della ceromonia

Mentre Curcio e il commissario per il terremoto Vasco Errani parlavano sotto il tendone del campo sfollati, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 4.5 dopo quella della notte scorsa avvertita soprattutto a Norcia. Alcune persone si sono spaventate. Il sisma è stato registrato dalla rete sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) nella zona di Macerata, tra Pontegallo e Castelmonaco sul Nera.

Chiuso il Ponte a Tre Occhi, via d’accesso per Amatrice, 26 agosto 2016

aaaaponte01

Dopo l’ultima forte scossa di magnitudo 4.8, è stato chiuso il Ponte a Tre Occhi sulla strada regionale 260, importante via di accesso verso il comune di Amatrice, il più colpito dal terremoto del 24 agosto, anche per i soccorsi. Lo ha reso la Protezione Civile.

aaaaponte02

Al momento sono in corso verifiche con esercito e vigili del Fuoco per individuare vie di accesso alternative.

aaapone03

aaapone04

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto