Schizofrenia: un gioco per iPad aiuta la memoria dei pazienti

Un aiuto nella lotta alla schizofrenia arriva dai tablet, in particolare dagli iPad. Lo fanno con un gioco di “brain training”, ideato da neuroscienziati dell’università di Cambridge che hanno osservato i loro pazienti per 30 giorni e hanno verificato che chi è affetto da schizofrenia, cimentandosi nel gioco che agisce soprattutto sulla memoria episodica, beneficiano di una condizione 4 volte migliore rispetto agli altri nel ricordare piccoli dettagli quotidiani.

Sulla memoria non ci sono ancora farmaci efficaci

“La memoria episodica”, afferma Barbara Sahakian, che partecipa allo studio, “è molto debole nei pazienti schizofrenici e condiziona parecchio la loro vita”. Si tratta di un aspetto che, al momento, non può essere trattato con farmaci dato che quelli in genere utilizzati in patologie di questo tipo intervengono su altri sintomi, non sulla memoria. E interviene sottoponendo i giocatori a piccoli quiz e a seguire “percorsi” tali per cui il paziente deve ricordare la successione di gesti per raggiungere un obiettivo, come la preparazione di un semplice pasto. “Lo studio è importante”, aggiunge Peter Jones, dell’università di Cambridge e a capo dello studio, “perché dimostra che il gioco di memoria funziona laddove gli psicofarmaci non sono mai riusciti ad arrivare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto