“Cacche per posta”, romanzo prezioso per bambine e bambini dai 9 anni in su

Si sa che i ragazzi si divertono pazzamente con il reparto scatologico: tutto ciò che parla di escrementi sollecita immediatamente la loro più profonda ilarità. 

Si potrebbe perciò pensare che il romanzo appena uscito: “Cacche per posta” scritto da Flavia Moretti, (edizioni Il Castoro, 130 pagine, 13,50 euro) sia un libro che vuole “vincere facile” fermandosi alla risata.

Sia chiaro: la risata c’è e come, ma quello che fa ridere fin dalle prime pagine e tiene agganciati, è l’intelligente costruzione della storia, la relazione fra i personaggi, la loro crescita, la scoperta che il lettore fa assieme a loro, su ciò che c’è dietro l’apparenza delle persone.

La trama da una notizia vera

La trama prende spunto da una notizia vera: anni fa negli Stati Uniti spuntò un’organizzazione che spediva, su commissione e in forma anonima, pacchi contenenti escrementi di varia natura.

L’idea di questa insolita attività, viene ripresa dall’eroe del romanzo, l’undicenne Teo che ha come obiettivo quello di vendicare le ingiustizie e che, assieme all’amica Matilda, apre artigianalmente un servizio analogo.

Una punizione “puzzolente”

Grazie a loro, chiunque può far recapitare una giusta e puzzolente “punizione” a chi gli ha arrecato un torto.

La “materia prima” viene fornita dal cane Fango, un botolo che Teo ha salvato dalle grinfie di due torvi vicini di casa.

Ma ciò che è partito con lo spirito di supereroi-ripara-torti, rivela presto i suoi limiti. È tanto semplice stabilire cosa è giusto e cosa no?

 

Un romanzo prezioso

Il libro, pur mantenendo fino all’ultima riga una invidiabile leggerezza, scava nel profondo e trova corde di tenerezza e riflessione che ne fanno un romanzo prezioso per bambini dai nove anni in su. Divertire con intelligenza, non è cosa da poco.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto