Roland Garros: non ci sono più le italiane, Errani ko, Pennetta fuori nel doppio

Schiantata Sara Errani. La sua bestia nera, Serena Williams, contro la quale vanta un poco invidiabile “palmares” (otto sconfitte in otto partite) l’ha demolita anche nel primo set del loro nono incontro, che finisce per 6-1. Assolutamente impotente Sarita contro il gioco di una straripante Williams.

Nel primo set, Sara è subito sotto. Nel primi 4 game, Serena se ne aggiudica tre: 3 a 1 per la fortissima tennista Usa.

Nel secondo set, reazione della Errani, che riesce a portarsi sul 3-2, ma è subito raggiunta da Serena sul 3-3. E lì non c’è più storia: finisce 6-1, 6-3 per la Williams e la Errani accumula la nona sconfitta su 9 incontri con la più “giovane” delle sorelle Williams.

 

“Con Serena ho sempre perso…”

“Con Serena ho sempre perso, anche se l’ultima volta in Fed Cup a Brindisi me la sono giocata e sono stata vicina a batterla. Dovrò esprimermi al massimo e sperare che lei non sia al cento per cento”: Sara Errani guarda alla sfida molto ardua che l’attende oggi. Per la verità Serena, sia contro Victoria Azarenka al terzo turno, che contro Sloane Stephens agli ottavi ha vinto soffrendo molto.

aaaasaraserena

E lo “storico” dei loro incontri dà un secco 8-0 a favore della big Usa (con lei nella foto sopra).

La strategia di Sarita, che scende in campo alle 15 sul Philippe Chatrier, sarà quella di stancare Serena. Ma, se il tempo l’aiuterà offrendo sole, caldo e campo duro, con rimbalzi più alti, potrebbe anche andare all’atacco, anzicché aspettare le bordate imprendibili dlela Williams.

aaaaerrani

Sarita, però, è preoccupata: “Alla fine poi ne viene sempre fuori e porta a casa il match”: dice l’azzurra che da numero 17 al mondo deve affrontare la numero 1.

Ma Sara è contenta di essere arrivata, per il quarto anno consecutivo ai quarti, unica italiana “sopravvissuta” al Roland Garros.

“Essere di nuovo così avanti in un torneo dello Slam duro come questo – concluede la Errani – è il premio al lavoro fatto. All’inizio della scorsa settimana non mi sentivo granché, poi sono cresciuta match dopo match, anche se sostengo sempre che la forma può cambiare da un giorno all’altro”.

 

Safarova-Ivanovic è l’altra sfida

La partita che darà l’accesso semifinale si gioca oggi, mentre  la seconda sfida per entrare tra le prime 4 del torneo parigino vede protagoniste Lucie Safarova, che la eliminato la spagnola Garbine Muguruza in due set e Ana Ivanovic, seguita sugli spalti dal suo bel calciatore tedesco, che ha fatto fuori, anche lei in due set, l’ucraina Elina Svitolina. Ana è la numero 7 del ranking, mentre  la Safarova è la numero 13. Un match che promette scintille.

Negli ottavi di finale, Lucie, 28 anni, ceca, aveva eliminato la russa Maria Sharapova, numero 2 del tennis mondiale e campionessa in carica (oltre che nel 2012); mentre la Muguruza, numero 20, si era imposta su Flavia Pennetta.Un’altra semifinalista del singolare femminile uscirà dalla partita tra la svizzera Timea Bacsinszky e la belga Alison Van Uytvanck.

 

aaaapennadoppio

Pennetta-Hsieh perdono il primo set

La Pennetta, invece, dopo l’eliminazione in singolare, approda ai quarti nel doppio: in coppia con la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh, la brindisina si qualifica superando agli ottavi per 6-3 7-5 Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka.

La partita potrebbe portarla in semifinale assieme a Su-Wei Hsieh.

Flavia e la cinese perdono 2-1 nell’avvio del primo set della loro partita e le cose peggiorano ancora: 4-1 dopo i primi cinque game per le loro avevrsarie. Ma poi la Pennetta e Su-Wei Hsieh recuperano e dopo 8 game sono in perfetta parità: 4 a 4. E al nono gioco passano addirittura in testa: 5 a 4 per la coppia con Flavia, che però viene raggiunta dalla coppia avversaria sul 5-5. E poi la Pennetta e Su-Wei Hsieh perdono il primo set per 7-5.

Ma il doppio italo-cinese vince facile il secondo set e si va al terzo

Ma l’italiana e la cinese vincono nettamente il secondo set, per 6-3 e ora devono giocarsi il passaggio del turno nel terzo set. Flavia e Su-Wei parono forte. È subito 2-0 a loro favore. E anche il terzo gameè di Pennetta-Hsieh: 3-0. Le loro avversarie, che si erano aggiudicata il primo set, ora sembrano stanche.

Ma improvvisamente la partita cambia verso e Hlavackova-Hradecka riescono, un punto alla volta, a pareggiare e poi a portarsi sul 4-3. Ma la bella partita è ancora aperta e, sulla battuta delle rivali, Pennetta e Hsieh raggiungono il 4-4.

Ormai si gioca punto a punto. E, infatti, al nono game, tornano in vantaggio Hlavackova-Hradecka: 5-4, a un passo dal match. Ma Su-Wei e Flavia reagiscono ancora, strappano il servizio alle avversarie ed è 5 pari. Davvero molto bella, questa partita. E Andrea e Lucie rispondono ancora colpo su colpo, ora sono di nuovo davanti loro: 6-5. E vincono la partita per 7-5. Non ci sono più itaiane a Parigi quando il torneo sta per entrare nel vivo.

Restano solo Bolelli e Fognini

Resistono solo Bolelli e Fognini nel doppio maschile, dove sono arrivati in semifinale, ma dovranno affrontare i numeri 1 del tabellone.

 

 

Flavia ko nel singolare: le notizie del 1° giugno

Flavia Pennetta ko. Ce la spedisce Garbine Muguruza, che ha rischiato molto in quetso mathc, ma Flavia si è persa sul più bello.

Conduceva 2-0 nel primo set, quello più difficile che dà l’abbrivio alla partita. Ma l’ha perso per 6-3. Ancora più clamoroso quanto è avvenuto nel secondo set. La tennista di Brindisi si era portato sul 4-1. Sembrava fatta per giocarsi il terzo set, rinviando ogni ipotesi di sconfitta. Invece Flavia si è smarrita e ha perso 5 giochi di fila. È finita 6-3, 6-4.

La Pennetta a Parigi non riesce ad andare oltre gli ottavi.

Ora l’ultima italiana al Roland Garros è Sara Errani, che gioca nel pomeriggio e vola ai quarti. Ma è sfortunata nell’incrocio, perché troverà Serena Williams, numero uno della classifica mondiale, he ha battuto in tre set per 1/6 7/5 6/3 la connazionale Sloane Stephens. Ma nel primo set e anche all’inizio del secondo Serena è parsa in difficoltà, Comunque per Sara era meglio non trovarsela di fronte così presto perché la potenza della Williams contrasta con quella dell’esile ragazza romagnola.

 

aaaamuguruza

Era iniziato bene il match di Flavia

È iniziato in anticipo il match degli ottavi di finale tra Flavia Pennetta e Garbine Muguruza (nella foto sopra) e la tennista pugliese ha colto subito un break portandosi prima sul 2-0 sulla spagnola, che poi recupera e ora le due tenniste sono sul 2-1. Ma la spagnola pareggia e poi, sul suo servizio, si porta avanti 3-2. Flavia, comunque, sfrutta la sua battuta per pareggiare: 3 a 3. Ma da quel momento Garbine infila tre game consecutivi e guadagna il set con un secco 6-3.

 

Nel secondo set la Pennetta si fa rimontare da 4-1

Il secondo set inizia, però, con Flavia alla ribalta: dopo i primi tre giochi, la brindisina conduce per 3-0 e, dopo altri due game, per 4-1. Ma Garbine si rifà sotto e ora le due tenniste sono sul 4-3. Flavia l’ha lasciata avvicinare troppo. Ora la spagnola ha la battuta a disposizione. E, infatti, arriva un rischiosissimo 4 pari, che diventa un 5-4 per la Muguruza. Flavia ha ceduto di schianto, perdendo 4 game consecutivi dal 4-1 che doveva darle fiducia.

 

aaasharap

Anche la Sharapova è fuori

Ancora più sorprendente l’eliminazione di una star come la Sharapova (nella foto qui sopra). Maria è stata buttata fuori a sorpresa negli ottavi di finale del Roland Garros.

La russa, 28 anni, numero 2 del tennis mondiale e campionessa in carica del Roland Garros è stata battuta per 7/6 (7-3) 6/4 da Lucie Safarova. Nei quarti la ceca affronterà la spagnola Garbine Muguruza che ha eliminato Flavia Pennetta.

 

Inizio della settimana decisiva

Ritorno al Roland Garros per un inizio settimana che si spera senza pioggia. Il match tra Flavia Pennetta e Garbine Muguruza e quello tra Maria Sharapova e Lucie Safarova, validi per gli ottavi di finale del Roland Garros, sono stati rinviati a oggi per il ritardo nel programma accumulato ieri per il maltempo.

Previsti rispettivamente sul Philippe Chatrier e sul Suzanne Lenglen, i due campi principali del torneo Slam parigino, gli incontri tra l’italiana e la spagnola e tra la russa e la ceca erano gli ultimi in programma ieri, e l’oscurità avrebbe impedito il loro svolgimento.

La pioggia, la prima caduta quest’anno al Roland Garros, ha costretto gli organizzatori a interrompere per due ore e 40′ i match dell’ottava giornata e a far coprire i campi con i teloni protettivi.

Oggi il mathc di Sara Errani è previsto intorno alle 16.

aaaaaasaretta

Oggi anche Sara Errani

Negli ottavi, oggi c’è anche Sara Errani, 28 anni,  numero 17 del ranking mondiale troverà oggi la tedesca Julia Goerges, numero 72 mondiale, protagonista dell’eliminazione di Caroline Wozniacki, quinta favorita del seeding. Due pari il bilancio tra Sara e Julia, con l’azzurra che ha vinto l’unica sfida giocata sul “rosso”.

La Errani nelle ultime tre edizioni dello slam francese vanta una finale (2012), una semifinale (2013) ed i quarti (2014). Finora ha mostrato una forma crescente, con il passare dei giorni. Nell’ultima partita ha battuto con un doppio 6-3 un’avversaria forte come Andrea Petkovic.

E ai quarti ci arriva anche quest’anno, perché resta sempre concentrata contro la Goerges e si sbarazza in due set della tedesca con un netto 6-2, 6-2.

Pioggia e maltempo ieri sul Roland Garros

Pioggia e maltempo a Parigi e la domenica dei French Open viene sconvolta. La partita di Flavia Pennetta contro Garbine Muguruza è rinviata a domani, come quella che vedeva impegnata Maria Shaparova.

aaaapioggiaparis

Le due italiane arrivate agli ottavi, Pennetta e Errani giocheranno, quindi, tempo permettendo, entrambe nella giornata di lunedì e non sfalsate di 24 ore, come appariva dal programma di stamattina.

Raggiunge i quarti, invece, tra uno scroscio e l’altro Ana Ivanovic, sostenuta in tribuna dal suo bel fidanzato calciatore.

Pennetta-Muguruza è ancora Italia-Spagna

Ancora un’italiana contro una spagnola al Roland Garros. Flavia, infatti, ha già battuto Carla Suarez Navarro e oggi si trova di fronte la Muguruza. Può farcela, ma parte anche stavolta da sfavorita. Il match è previsto per il pomeriggio, visto che è l’ultimo sul campo dedicato a Philippe Chatrier, dove le partite iniziano alle 11.

Garbine è, infatti, la giocatrice numero 21 del mondo, mentre la brindisina è la numero 28.

Inoltre la Muguruza ha mostrato a Parigi di essere in gran forma, perché ha battuto la tedesca Angelique Kerber, numero 11 della classifica Wta.

Per Flavia (nella foto grande) è già il miglior risultato di sempre al Roland Garros, eguagliando gli ottavi già raggiunti nel 2008 e nel 2010. Ma se vince e sale a i quarti nessuno avrà da obbiettare, vista la sua bravura e la costanza feroce con cui si allena.

La Muguruza ha solo 21 anni

Garbine Muguruza, 21 anni e testa testa di serie numero 21, non è una sprovveduta, anzi. Lo scorso anno a Parigi raggiunse i quarti battendo Serena Williams.

Garbine, nata a Caracas, è tra le emergenti del circuito e conduce 2-0 nei precedenti con la Pennetta: il primo nel 2012 a Miami e il secondo lo scorso anno a Sofia.

Ma entrambe le vittorie le ha colte sul cemento, mentre a Parigi si gioca sulla terra rossa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto