Temporali e grandine: peggioramento da Nord a Sud fino a domenica

Settimana con lampi, fulmini e burrasca sull’Italia. Con l’arrivo del ciclone mediterraneo l’atmosfera diventa via via più instabile a causa dell’afflusso di correnti più fresche in quota e di quello di correnti più calde nei bassi strati. Su molte regioni italiane – spiegano gli esperti del sito IlMeteo.it – si potranno sviluppare temporali forti con rischio di grandinate. Ecco nel dettaglio l’analisi.

Scuole chiuse in Sardegna

Già in corso temporali forti in Sardegna con locali grandinate su cagliaritano (anche a Cagliari), Ogliastra, coste dell’olbiense, del nuorese e del sassarese. Qui le alcune scuole sono state chiuse a titolo precauzionale. Temporali forti anche in provincia di Enna, molto forti su Palermo e provincia, Trapani e provincia, sull’agrigentino e in serata su bellunese, trevigiano, a Napoli, Latina e sul casertano.

Le zone più colpite giovedì

Da oggi, giovedì 3 maggio, forte maltempo su tutto il Lazio come a Roma, sulla Campania (anche a Napoli), nelle Marche dall’ascolano verso il resto della regione, sull’Emilia Romagna e in Toscana forte maltempo sul grossetano, entro sera anche su rodigino e trapanese.

Venerdì insiste il maltempo

Non migliora venerdì 4 maggio, quando si registra ancora forte maltempo con temporali e grandinate sul Lazio, ancora una volta a Roma, sulla Sardegna, in Emilia Romagna fino a Bologna, Modena, Reggio Emilia, anche a Rimini, ancora sul rodigino fin verso il padovano meridionale e infine sulla Lombardia e sui rilievi del Veneto.

Rovesci diffusi nel weekend

Infine pure nel weekend l’attività temporalesca risulterà forte con temporali diffusi ancora una volta al Centro, in Sardegna e più sparsi al Nord.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto