Brindisi: accoltella l’ex e il fidanzato di lei, poi si uccide dandosi fuoco

Era stato lasciato dalla fidanzata che poi si era innamorata di un altro. Allora un uomo di 34 anni, Pierluigi Di Punzio, ha tentato di ucciderli accoltellandoli entrambi e poi si è suicidato dandosi fuoco. Gravissima invece la ex, Federica Guzzo, 25 anni, ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Perrino di Brindisi con ferite da taglio alla gola e al torace. Trenta giorni invece per il suo compagno, Daniele Scredi, 28 anni, di Mesagne, ricoverato al Vito Fazzi di Lecce nel reparto di chirurgia toracica.

L’uomo non si rassegnava all’addio

È accaduto intorno alle 23 di Capodanno. La relazione tra Pierluigi, un imprenditore edile, e Federica era finita da un po’, ma l’uomo non riusciva a rassegnarsi. Quando la ragazza ha allacciato un nuovo legame sentimentale, secondo le prime notizie, sono iniziati gli appostamenti e le telefonate a ripetizione. Alla fine l’imprenditore si è procurato un grosso coltello e si è accanito soprattutto sulla giovane, difesa dal nuovo compagno.

È stato trovato ormai carbonizzato

Dopodiché Pierluigi Di Punzio è fuggito raggiungendo la contrada Lu Bellu, lungo la provinciale tra Torre Santa Susanna e San Pancrazio Salentino, dove è stato trovato verso le 5 del mattino ormai quasi carbonizzato. L’indagine è seguita dai carabinieri di Francavilla Fontana e il pm Milto De Nozza ha fatto trasferire la salma all’obitorio del cimitero di Torre Santa Susanna. È possibile che venga disposta l’autopsia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto