“Quei voli non esistono”: Ryanair querela le offerte di e-Dreams e Google

La compagnia aerea low cost Ryanair ha citato in giudizio eDreams e Google perché stanno ingannando i consumatori pubblicizzando tariffe, che Ryanair sottolinea essere inesistenti, tramite il sito eDreams e annunci di ricerca su Google. Lo ha annunciato la stessa compagnia aerea irlandese.

 

I sottodomini ingannevoli

“Google permette a eDreams di utilizzare i sottodomini ingannevoli “Ryanair Voli Economici” e “www.Ryanair.eDreams.com”, e un sito web fotocopia con marchio Ryanair per ingannare i consumatori ed invogliarli a visitare il sito eDreams e prenotare con loro a tariffe gonfiate”, afferma la compagnia guidata da Michael O’Leary, che sottolinea che da anni è impegnata a combattere casi simili in Europa per salvaguardare i consumatori “da prezzi falsi e costi nascosti”.

Ryanair “non ha problemi con Google che vende spazi pubblicitari, ma l’ha ripetutamente invitata a far rispettare i criteri di trasparenza circa la pubblicità online, dopo numerose denunce da parte di clienti Ryanair che sono stati ingannati, comprando” biglietti “su eDreams”.

 

Ma di recente la compagnia aerea…

 

C’è da notare, però, che proprio la Ryanair di recente ha lanciato una campagna a prezzi stracciati molto simile a quelle che ora denuncia, per cui diventa molto difficile distinguere le tariffe originali da quelle usate come specchietto per le allodole.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto