Boom per lo yoga facciale: i 5 esercizi per un volto più tonico e giovane

Si chiama “face boost” la routine di bellezza per il viso che arriva direttamente dalle celebrities tra cui Scarlett Johansson, Gisele Bundchen, Gemma Arterton, non ultima Meghan Gale: idratazione, una sana alimentazione e allenamento dei muscoli del viso sono le parole chiave di questo rito di bellezza che aiuta a mantenere la pelle elastica e luminosa. Lo yoga facciale è quel ramo dello yoga che serve a prendere una maggiore consapevolezza del volto, aiuta a distendere e a tonificare tutti i muscoli facciali.

“Prendersi cura del viso”

“Siamo abituati ad allenare e a prenderci cura del nostro corpo, ma non del nostro volto che il nostro primo biglietto da visita e quindi è importantissimo riuscire ad avere un viso maggiormente disteso per comunicare meglio noi stessi alle altre persone. Inoltre sono utilissimi tutta una serie di esercizi per aiutare e implementare l’azione dei prodotti che stendiamo sopra la pelle per migliorarne l’efficacia”, dice Carola Pisano, facial yoga master.

Ecco 5 esercizi di yoga facciale per tonificare e iniziare a prendere consapevolezza del nostro volto.

1. Riscaldamento

Il primo è un esercizio di riscaldamento di tutti i muscoli facciali perché tutti i muscoli prima di distendersi hanno bisogno di essere riscaldati e questo si può fare pronunciando 3 vocali, sonore o mute, che sono la I, la A e la U. Queste lettere devono essere ripetute diverse volte anche al contrario, quindi prima la U, poi la A e infine per ultima la I, enfatizzandole molto.

2. Lifting della parte bassa

Il secondo esercizio è la grande O che serve per tutto il lifting della parte bassa del viso. Quindi faremo una O con la bocca molto lunga, dopodiché andremo a coprire i denti con le labbra rimanendo belli stretti. A questo punto inizieremo già a sentire tutto l’allungamento e così dobbiamo rimanere. Iniziamo a sentire distendersi tutta la parte laterale della bocca e tutte quelle rughe che si possono formare tra le guance e la parte della bocca.

3. Distendere le zampe di gallina

Un altro esercizio che invece aiuta a distendere le zampe di gallina è il seguente: bisogna posizionare le mani sulle tempie, avendo cura di appoggiare la base del palmo all’angolo degli occhi e delle sopracciglia, si preme e si tira in su e indietro. Occhi aperti all’inizio, leggermente con un po’ di forza si chiudono le palpebre e questo distende tutta la parte alta della palpebra. Questo esercizio si può ripetere dalle 3 alle 5 volte, tenendo le mani dai 10 ai 20 secondi.

4. Zona sopracciglia

Un altro esercizio che serve per la parte delle sopracciglia e per rilassare tutta la zona del globo oculare è il seguente: bisogna posizionare 3 dita proprio sotto le sopracciglia e ancora si tira in su e verso l’esterno, distendendo tutta la parte al centro delle sopracciglia dove si formano un sacco di rughe di espressione. Dopo di questo bisogna pensare di comprimere la fronte e questo aiuta a tonificare il muscolo frontale che spesso corrughiamo formando così tutte quelle rughe al centro della fronte.

5. Contro il doppio mento

L’ultimo esercizio è quello per il doppio mento. Bisogna pronunciare la lettera A in maniera rilassata, si chiudono con il labbro inferiore i denti e si spinge in avanti il mento distendendo tutta la parte bassa del collo, aiutando così a tonificare tutta la parte inferiore della mandibola e tutti quei muscoli che sono importantissimi anche per il volto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto