Massimo Giletti a La7 per 2 anni, il comunicato dell’emittente di Urbano Cairo

Ora c’è anche l’ufficialità. Massimo Giletti passa a La7 con un accordo di due anni. Lo annuncia una nota dell’emittente di Urbano Cairo.
“Dalla prossima stagione televisiva – si legge – Massimo Giletti entra a far parte della squadra di La7.
Il giornalista ha raggiunto un accordo di due anni con l’emittente di Urbano Cairo.

A Giletti, ideatore e conduttore di numerosi format d’informazione e trasmissioni di successo (tra cui, L’Arena, le serate evento dedicate a grandi artisti della musica, I Fatti Vostri, Fifa World Player, Telethon, Casa Raiuno) sarà affidato un programma già a partire dall’autunno”.

“Rifarò L’Arena”: l’intervista al Corriere della Sera

Dopo l’anticipazione di Dagpspia che abbiamo pubblicato ieri, Massimo Giletti confermo – in una lunga intervista al Corriere della Sera – che andrà a lavorare a La7 di Urbano Cairo (con lui nella foto in basso) e che rifarà la sua trasmissione ormai “storica”, L’Arena.

Intervistato dall’esperto Paolo Conti, Giletti conferma: “”Sì andrò a La 7 e rifarò L’Arena. La mia Arena… Qualcuno sperava che non andasse più in onda perché, dicono, dava molto fastidio. Ma L’Arena è la mia creatura professionale, l’ho fatta nascere, l’ho modellata. Ho scelto La7 perché ho capito che era lì la strada per dare continuità a questa esperienza”.

 

La trattativa con Cairo

“Sì, ho parlato a lungo con Cairo – continua il conduttore – Mi ha convinto, è stato bravissimo, deciso, determinato, sembrava uno della Juventus… Ma non ho visto solo lui. Sono state settimane di incontri e di trattative”.

 

La Rai butta a mare un successo…

Giletti aggiunge anche una considerazione sulla Rai, che lascia dopo 4o0 anni: “Evidentemente il direttore generale, che ha la piena libertà di scegliere la propria linea editoriale, ha ritenuto che il successo di un programma seguito da quattro milioni di spettatori, con oltre il 22% di share dalle 14 alle 15, non bastasse per essere riconfermato. Evidentemente L’Arena è un programma scomodo”.

Il denaro e il potere

Ma quanto percepirà nella tv di Cairo? “In questa storia – conclude Giletti – il criterio del denaro è all’ultimo posto. La mia è una scelta di libertà. Con mio padre ho avuto un rapporto tempestoso ma mi ha insegnato una cosa: mai abdicare alla dignità. Per me chiudere L’Arena sarebbe stato abdicare alla dignità. Fare altri programmi voleva dire comprare il mio silenzio. Con grande dolore, non ho potuto accettarlo”.

 

L’annuncio ufficiale giovedì 3: le notizie del 1° agosto

L’annuncio ufficiale è fissato per giovedì prossimo, 3 agosto, da parte dell’editore stesso, Urbano Cairo. Ma la notizia, riportata da Dagospia, gira già ora. Massimo Giletti, dopo l’addio alla Rai, approda a La7. Ancora top secret la tipologia della trasmissione che gli sarà affidata a partire – questo invece sembra certo – da ottobre.

Prima serata del mercoledì

Altra informazione sul futuro di Giletti è che dovrebbe essergli assegnata la prima serata del mercoledì sera, in precedenza occupata da Gianluigi Paragone e dalla sua Gabbia. E c’è già chi festeggia: sarebbe Barbara D’Urso che è riuscità a tenerlo fuori dalla Rai.

Massimo Giletti lascia la Rai dopo la chiusura dell’Arena, trattative con Mediaset e La7, le notizie del 29 giugno 2017

Mentre Fabio Fazio è stato accontentato in tutto e per tutto dal Cda della Rai, con un contratto favoloso e lo spostamento su Rai1, Massimo Giletti non è stato trattato altrettanto bene. Anzi, gli è stata tolta l’Arena domenicale, il suo programma preferito, che aveva acquisito i connonati di una “tribuna del popolo”.

La conseguenza è la notizia pubblicata dal settimanale Oggi, in edicola dal 29 giugno: Massimo Giletti lascia la Rai. Il periodico racconta i dettagli della decisione choc del giornalista-conduttore, dopo la decisione dei vertici di viale Mazzini di chiudere il suo programma di successo L’Arena. E che svela anche le trattative in corso con le altre reti.

 

Ha lavorato alla Rai per 30 anni

Secondo quanto racconta il settimanale Oggi in edicola, Massimo Giletti darà l’addio alla Rai, l’azienda per cui ha lavorato per quasi trent’anni, e presto potrebbe accasarsi a Mediaset o a La7, network con i quali le trattative sarebbero già serrate.

“Depotenziarlo” in vista delle elezioni

Il settimanale racconta anche come la clamorosa chiusura de L’Arena dopo 13 anni di successi sia da ricondurre, secondo fonti interne a viale Mazzini, “a un discorso politico in vista delle prossime elezioni: il programma ha fatto inchieste contro la casta e può danneggiare alcuni partiti”.

In effetti, un conto è un Gilletti su una rete privata e una cosa ben diversa è averlo su Rai1, il canale ufficiale per eccellenza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto