“Stai zitta, non ti crederà nessuno”: i due di Casapound alla donna violentata

Sono esponenti del gruppo di estrema destra Casapound i due giovani arrestati a Viterbo con l’accusa di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una donna di 36 anni. Sono un consigliere comunale di minoranza del movimento di Vallerano, paese della provincia, che si dimesso, e di un militante, sempre della formazione neofascista. Entrambi sono stati espulsi. I loro nomi: il consigliere comunale è Francesco Chiricozzi (nelle foto di apertura) e Riccardo Licci, 19 (nell’immagine sotto).

Stupro dentro un circolo privato

La polizia ha eseguito nella mattinata di ieri, lunedì 29 aprile, le due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due giovani, accusati di un reato che si sarebbe consumato all’interno di un circolo privato di cui avevano in quel momento l’uso esclusivo. Oggi, martedì 30 aprile, sono previsti gli interrogatori di garanzia.

“Stai zitta…”

“Stai zitta, tanto non ti crederà nessuno”: questa la minaccia che i due militanti di Casapound arrestati – secondo quanto si apprende da fonti investigative – avrebbero rivolto alla donna dopo averla violentata all’interno del locale.

“C’è stata una violenza inaudita”, sottolineano gli investigatori, “la donna è stata abusata più volte prima da uno e poi dall’altro per alcune ore, fino a quando non è stata abbandonata dai due violentatori sotto casa”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto