Lodi: riattivata la linea veloce dopo il deragliamento, ripresa la circolazione

È ripresa la circolazione dei treni dell’alta velocità sulla linea Milano Bologna, che era stata interrotta dopo il deragliamento di un Frecciarossa a Ospedaletto Lodigiano lo scorso 6 febbraio, incidente in cui morirono i due macchinisti Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo.

Area dissequestrata

Una volta dissequestrata l’area, i tecnici di Rfi hanno lavorato 24 ore su 24 per ripristinare la linea entro oggi, lunedì 2 marzo. E hanno terminato con un leggero anticipo: i primi convogli hanno iniziato a circolare ieri in serata.

Lodi: deraglia treno Alta velocità, morti i 2 macchinisti, 27 feriti, le notizie del 6 febbraio 2020

Incidente sulla linea alta velocità all’altezza di Casal Pusterlengo (in provincia di Lodi): un treno è deragliato e alcune vetture si sono ribaltate.

Il treno Frecciarossa Av 9595 Milano-Salerno è deragliato sulla linea alta velocità nei pressi di Livraga, in provincia di Lodi, e alcune vetture si sono ribaltate: due i morti, entrambi ferrovieri, 27 i feriti.

Il treno è il primo del mattino partito dalla stazione Centrale di Milano alle 5.10. Al momento dell’incidente a bordo c’erano 28 passeggeri in tutto, oltre al personale di Trenitalia.

L’incidente ha fatto registrare due morti (entrambi i macchinisti) e 27 feriti.

Evitata una carneficina

”Poteva essere una carneficina”, ha detto all’Agenzia Ansa il prefetto di Lodi Marcello Cardona che sta effettuando un sopralluogo.

Anche la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, sta andando sul luogo dell’incidente.

Al momento si sa che sarebbe morto un macchinista, mentre l’altro risulta disperso. Una trentina di persone sarebbero rimaste ferite ma non in modo grave.

Rfi rende noto che dalle 5.30 la circolazione sospesa sulla linea AV Milano – Bologna per lo svio del treno 9595 Milano-Salerno nei pressi della stazione di Livraga (Lodi).
Le cause sono in corso di accertamento. Sul posto i Vigili del Fuoco e i mezzi di soccorso. Tutti i treni, in entrambe le direzioni, sono stati instradati sulla linea convenzionale Milano-Piacenza con ritardi fino a 60 minuti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto