Prato: due fratelli minorenni abusati in una comunità, altri 3 preti indagati

Prato: gli elementi acquisiti negli interrogatori in corso nell’inchiesta per violenza sessuale di gruppo contro nove religiosi dell’ex associazione dei “Discepoli dell’Annunciazione” hanno spinto i magistrati ad allargare il campo dell’indagine.

Nelle prossime ore saranno iscritti nel registro degli indagati almeno altri tre sacerdoti. Attualmente gli indagati sono il fondatore dell’associazione, don Giglio Gilioli, e altre otto persone che all’epoca dei fatti dell’inchiesta, circa dieci anni fa, collaboravano con lui.

Secondo quanto appreso in ambienti inquirenti, i nuovi indagati, per lo stesso reato, sono persone che gravitavano nell’ambito dell’associazione religiosa in quel periodo e che sono state identificate recentemente.

Tra gli elementi a riscontro delle accuse vengono vagliati con molta attenzione dagli inquirenti “alcuni diari” oggetto del materiale sequestrato nelle perquisizioni dei giorni scorsi.

Presunti abusi sessuali su minori: le notizie precedenti

Presunti abusi sessuali su minori. È l’ipotesi per la quale la procura di Prato ha aperto un’inchiesta che coinvolge 9 religiosi dell’ex comunità “Discepoli dell’Annunciazione”, già soppressa dal Vaticano a dicembre in seguito a una visita canonica. Lo scrive oggi, mercoledì 29 gennaio, la Nazione.

Visita del vescovo

Presunte vittime degli abusi 2 fratelli, minori all’epoca dei fatti, affidati dai genitori alla comunità, dalle cui dichiarazioni a distanza di anni sarebbe nata l’inchiesta. Gli indagati sono 5 sacerdoti, un frate e 3 religiosi. Lo stesso vescovo di Prato si era recato in procura a dicembre scorso per denunciare fatti inerenti l’ex comunità.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto