Terremoto di magnitudo 3.3 tra Firenze e Forlì

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 23,18 di ieri al confine tra Toscana e Romagna, tra le province di Firenze e Forlì-Cesena.
Secondo di rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6 km di profondità ed epicentro 8 km dal comune toscano di San Godenzo e 10 da quello romagnolo di Premilcuore.
Non si segnalano danni a persone o cose.

Il 1° febbraio scossa in Umbria

Una scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata all’1,33 nel sud dell’Umbria, vicino Terni.

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 9 km di profondità ed epicentro 2 km a ovest di Stroncone.
Non si segnalano danni a persone o cose. Un’altra scossa di magnitudo 2.6 era stata registrata nella stessa zona alle 22:23 di ieri.

 

 

La scossa di ieri in Calabria

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 3,51 della notte scorsa al largo della costa Nord-Est della Calabria.

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 8 km di profondità ed epicentro a 11 km da Cariati in provincia di Cosenza.
Non si segnalano danni a persone o cose.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto